Le città più trafficate in Italia e nel mondo

Le città più trafficate in Italia e nel mondo

Per aiutare l’ambiente, tenerti in forma e risparmiare tempo, abbiamo molto spesso parlato di un mezzo comodo, conveniente per te e per gli altri: la bicicletta. Da quando il primissimo prototipo fu inventato all’inizio dell’Ottocento, questo nuovo modo di muoversi non è mai passato di moda. Anzi: molte città italiane ed estere stanno sempre più sponsorizzando biciclette e piste ciclabili.

[advertise id=”hello-amazon”]

Nonostante gli sforzi, però, c’è ancora molto da fare. Infatti, in giro per il mondo, molte metropoli sono ancora molto trafficate, piene di ingorghi e macchine che si muovono a rilento. In sostanza, tutto ciò significa un grande spreco di tempo per le persone al volante che, pensando di usare un mezzo motorizzato, in realtà ritardano spesso i propri appuntamenti all’interno della propria città.

A confermare che ci sia ancora molto da fare riguardo alla mobilità ecosostenibile, sono uscite due liste sul traffico nelle diverse metropoli del mondo. A stilarle, sono state INRIX e TomTom Index, due aziende specializzate in sistemi di navigazione satellitare.

I risultati ottenuti dalle due aziende sono stati elaborati grazie alla rilevazione dei dati di percorrenza all’interno dei loro network stradali nel 2016, che comprendono una copertura vasta dei sei continenti. Per esempio, nel caso di TomTom Index stiamo parlando di 390 città di 48 paesi diversi. I riscontri sono leggermente diversi, in quanto i parametri utilizzati— introduzione di nuove infrastrutture nei tracciati, espansione dei quartieri, e altre variabili—differiscono leggermente.

città traffico 2

Prendendo in considerazione la lista di TomTom Index, risulta che il centro più trafficato del mondo sia Città del Messico con una congestione della viabilità del 66%, seguito da Bangkok (61%) e Jakarta (58%). Per quanto riguarda l’Europa, i primi centri urbani europei a figurare nella lista sono: Lodz (51%), Bucarest (50%) e Mosca (44%)—tutte città dell’Est. Ma come sta messa l’Italia secondo Tom Tom?

Secondo la classifica, la prima città italiana a essere colpita dal traffico è Palermo, con il 43% di congestione del traffico—con picchi del 69% nella fascia serale di rientro dall’ufficio. Subito dopo, c’è Roma con il 43% e con picchi serali perfino del 74%. Poi: Messina (39%), Napoli (33%), Reggio Calabria (31%), Milano (30%), Catania (29%), Taranto (28%), Bari (27%) e Firenze (26%).

Le prospettive, come già anticipato, cambiano un po’ nel rapporto INRIX. Per esempio, la città più trafficata in questo caso sarebbe Los Angeles, dove si stima che il 13% del tempo di guida sia stato trascorso in fila. Tradotto, significa la bellezza di 104,1 ore annuali di imbottigliamenti nel traffico. Seguono poi Mosca e New York, con 91,4 e 89,4 ore.

A primeggiare nella lista tutta italiana, però, troviamo Roma. I romani, infatti, perderebbero ogni anno 35,1 ore nel traffico. A seguire, poi, troviamo Milano (32,8 ore), Palermo (26,5 ore), Perugia (22), Torino (22), Firenze (21,2), Genova (18,3), Bologna (17,3), Bari (15,9) e Catania (15,7).

Immagini via Flickr | Copertina | 1