La classifica dei paesi più stimati del mondo

La classifica dei paesi più stimati del mondo

La posizione di un Paese, tra cui l’Italia, in una classifica mondiale dipende sempre da diversi fattori. Abbiamo visto, per esempio, come il Portogallo, per il basso costo della vita, sia il posto più attraente per i pensionati italiani che vogliono emigrare; come l’Islanda, a livello sociale, sia il primo esempio da seguire per capire come arrivare al traguardo della parità di genere; o come il Brasile, grazie a specifici investimenti, sia al momento il paese in cui si produce più energia rinnovabile.

Come riporta il sito di lifegate, il Reputation Institute, leader internazionale nei servizi di consulenza sulla considerazione di aziende e marchi, ha recentemente stilato l’edizione 2016 di un’altra classifica davvero particolare: la graduatoria dei paesi più stimati agli occhi degli stranieri.

Sono considerati “eccellenti” i paesi che hanno ottenuto un punteggio pari o superiore a 80, “forti” i paesi che hanno raggiunto un punteggio tra 70 e 79, e “nella media” i paesi che hanno raggiunto un punteggio tra 60 e 69.

Prima di svelarti la classifica, capiamo quali sono alcuni dei fattori che definiscono il punteggio per singolo paese. Innanzitutto, quanto la forza attrattiva dello Stato in questione è forte: ci sono attrazioni artistiche, culturali, paesaggistiche, naturali? Com’è la qualità della vita?

Poi, ovviamente, bisogna considerare lo stato attuale economico del paese legato al progresso: il paese è all’avanguardia nella produzione di prodotti tecnologici? Valorizza i lavoratori? I marchi sono conosciuti all’estero?

Inoltre, la gestione del sistema politico-economico è fondamentale. In primo luogo perché si apprezzano di più i paesi in cui le politiche economiche e sociali permetto una maggiore libertà. E, in secondo luogo, perché i paesi che appaiono più efficienti, sicuri e tolleranti sono percepiti in maniera del tutto positiva.

Ma quali sono i Paesi che hanno ottenuto i punteggi più alti? Eccoli.

Svezia = 78.34

Canada = 77.82

Svizzera = 77.00

Australia = 76.84

Norvegia = 76.18

Finlandia = 75.16

Nuova Zelanda = 74.68

Danimarca = 74.25

Irlanda = 74.11

Paesi Bassi = 73.90

Nonostante l’Italia non compaia tra le prime 10 posizioni, non è messa male. Il nostro paese, infatti, è dodicesimo e tra i paesi “forti“. Insomma, rispetto a molte altre classifiche, compare prima di paesi come Regno Unito, Francia e Germania. Ma c’è anche un dato particolare da prendere in considerazione: mentre il punteggio italiano attribuito dagli stranieri si attesta a 71,7, il punteggio che noi stessi diamo al nostro paese arriva appena a 57,1. Questo perché, come commenta Alessandro Detto, direttore del Reputation institute Italia, molte volte “siamo i peggiori ambasciatori di noi stessi.”

In ogni caso, come riporta l’Ansa, anche le singole città italiane godono di ottima salute: Roma sale all’ottavo posto, Venezia è dodicesima, mentre Milano, dopo Expo, recupera 11 posizioni, e si piazza al 21esimo posto.

Immagine via Flickr