Animali buffissimi e dove trovarli: le foto irresistibili di Comedy Wildlife 2018

Animali buffissimi e dove trovarli: le foto irresistibili di Comedy Wildlife 2018

Poche cose divertenti sono divertenti come gli animali che sembrano imitare comportamenti umani. A loro è dedicato Comedy Wildlife, il concorso fotografico più divertente del mondo: premia le foto più belle di animali buffissimi.

Foto esilaranti, assurde, tenerissime. Ci possiamo sbellicare davanti alle immagini di Comedy Wildlife, anche se l’obiettivo fondamentale di questo particolare concorso—che, fondato dai fotografi naturalistici Tom Sullam e Paul Joynson-Hicks, in appena quattro edizioni ha raggiunto fama internazionale—non è diverso da quello dei concorsi di fotografia naturalistica più impegnativi come il Wildlife photographer of the year o l’EyeEm. Anche grazie alla Fondazione Born Free che supporta l’evento.

L’obiettivo fondamentale, naturalmente, è stimolare la nostra coscienza ambientale ricordandoci l’importanza di proteggere gli ecosistemi terrestri e la loro fauna. Anche se, ricordano i fondatori, ciò avviene “attraverso il potere della risata“.

Diamo un’occhiata ai finalisti del Comedy Wildlife Photography Awards 2018. Le foto vincitrici sono in totale 14, su 40 foto finaliste selezionate decine di migliaia inviate durante l’anno. Qui la gallery con tutti i finalisti. Le categorie del concorso sono cinque: Sulla terra, Sotto il mare, In aria, Portfolio e Vincitore assoluto.

Colto sul fatto!

Vincitore assoluto dell’edizione 2018 è lo scatto intitolato Caught in the act, della talentuosa fotografa Mary McGowan. A questo scoiattolino che ci ricorda Semola nella Spada nella Roccia, mette le zampe avanti, ed è già un meme, potremmo far dire qualsiasi cosa. Vincitrice del Comedy Wildlife Photography Awards 2018, McGowan è stata premiata con un safari in Kenya e un trofeo fatto a mano da uomini e donne disabili di Dar es Salaam, Tanzania.

Una foto, come spesso capita al Comedy Wildlife, che è venuta fuori per caso, senza faticosi appostamenti e ricerche. Scattando un po’ di foto dalla finestra della sua camera, McGowan ha “beccato” lo scoiattolino Stanley (sì, ha anche un nome), che frequentava assiduamente il giardino sul retro, e in quel momento stava sgranocchiando un’arachide.

Comedy Wildlife: il lato irresistibilmente spassoso della natura selvaggia

Colti alla sprovvista, sornioni, incavolati o felici, i protagonisti di Comedy Wildlife ci mostrano un mondo animale una volta tanto distante dalla wilderness “matrigna”, cane-mangia-cane, che è il soggetto privilegiato di molti fotografi naturalistici.

Pretenziosità zero. Scoiattoli acrobati, orsi polari fotografi, coniglietti timidoni, facepalm di orsi bruni, ci rasserenano un po’ mostrandoci il lato più gonzo della natura selvaggia.

Gli animali del Comedy Wildlife ci somigliano tantissimo. La nostra tendenza ad antropomorfizzare i comportamenti animali, infatti, ce li fa sentire più vicini. Come quest’orso appoggiato a un cartello stradale.

Tra una risata e l’altra, avvertono Tom e Paul, non dimentichiamo qual è il vero scopo di un concorso scanzonato come Comedy Wildlife Photography Awards:

Ricorda, tutto ciò che facciamo è per tutelare l’ambiente. Alza anche tu la nostra bandiera in difesa dell’ambiente, batti il tamburo, schiocca i cembali, fai un po’ di rumore, dobbiamo passare parola—come sappiamo bene,  la natura è in pericolo in tutto il mondo, e dobbiamo fare qualcosa per salvarla.

Qui trovi la gallery con tutte le foto finaliste. Qui la pagina Facebook di Comedy Wildlife.  

View this post on Instagram

The Rhino-cock. West-Bengal, India. ? Kallol Mukherjee

A post shared by Venetia Higgins (@venetiahigginsart) on

Immagini: Copertina