L'agenzia italiana per le nuove tecnologie offre un’esperienza lavorativa di un anno al Polo Sud

L'agenzia italiana per le nuove tecnologie offre un’esperienza lavorativa di un anno al Polo Sud

Se ti piace viaggiare, non soffri particolarmente il freddo e hai voglia di vedere qualche pinguino, potresti riuscire a ottenere la possibilità di passare un intero anno al Polo Sud. L’opportunità è stata fornita dall’Enea, l’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie e lo sviluppo economico sostenibile, che ha indetto un bando per assumere del personale altamente qualificato.

L’Enea, infatti, è alla ricerca di tecnici informatici, elettricisti e medici che lavorino a stretto contatto nel sito italo-francese Dome C, durante il periodo che va da novembre 2016 fino a novembre 2017. In questo periodo, la nuova casa per i candidati sarà la stazione Concordia: una struttura costruita nel 1993, rivestita di pannelli isolanti, situata a ben 3233 metri di altitudine e la cui differenza di temperatura con l’esterno può arrivare fino a 100° C.

Nonostante la location sia lontana circa 15mila chilometri dall’Italia e le temperature davvero rigide, una nota del tutto positiva c’è: il compenso si aggirerebbe intorno ai 245 euro al giorno e quindi, facendo due calcoli, si tratterebbe di uno stipendio che si attesta intorno ai 7mila euro mensili.

L’offerta di lavoro è rivolta a tutto il personale qualificato, ma già dipendente in enti pubblici o di ricerca e quindi “chiesti in prestito” per un anno. Il bando scade il 13 giugno 2016 e promette “un’esperienza unica e indimenticabile tra i ghiacci”, inserita nella XXXII Spedizione italiana in Antartide. L’Enea puntualizza che la prima selezione avverrà sulla base dei curricula, la seconda in base ai colloqui conoscitivi e che la fase finale verterà su prove psico-attitudinali e mediche.

Immagine via Flickr