Il 14 aprile l'EUR di Roma diventerà un circuito di Formula E

Il 14 aprile l'EUR di Roma diventerà un circuito di Formula E

Hong Kong, Marrakech, Santiago, Berlino, New York…e Roma. Anche la capitale d’Italia ospiterà una tappa del campionato 2017-2018 di Formula E. La settima. Che si terrà il 14 aprile 2018. Nel circuito cittadino dell’EUR

Cos’è la Formula E

La Formula E è una serie di automobili da corsa. Nata nel 2012 per iniziativa della FIA (Federazione Internazionale dell’Automobile). Le monoposto sono spinte da motori 100% elettrici. Ciò le ha rese fin da subito interessanti almeno per due ragioni connesse: sono ecologiche, e la loro esistenza potrebbe promuovere lo sviluppo di tecnologie da introdurre nel mercato delle automobili comuni.

Il pilota Mitch Evans su una Jaguar I-Type 2. Via

Il pilota Mitch Evans su una Jaguar I-Type 2. Via

Il primo campionato di Formula E è stato indetto nel 2014. A questo, ha partecipato anche Jarno Trulli con il suo team. Il pit stop durante la gara serve al pilota per cambiare al volo vettura. Poiché la batteria, anche nella stagione in corso, dura soltanto metà gara. Dal prossimo campionato, quando sarà introdotta una nuova batteria McLaren, la necessità del cambio vettura non ci sarà più, ma il pit stop probabilmente resterà per motivi strategici. E perché è un fattore di rischio, che rende la gara più avvincente.

I motori delle monoposto Formula E hanno una potenza di 200 kW in prova, e di 180 kW in gara (per limitare il consumo): fra i 245 e i circa 270 cavalli. Le vetture sono quindi più lente di quelle Formula 1, ma, in generale, vanno veloci. La Spark-Renault può raggiungere i 250 km/h.

L’E-Prix di Roma

Le gare delle monoposto elettriche si chiamano E-Prix. Quello di Roma è la prima delle quattro tappe europee del campionato 2017-2018, che si concluderà con una doppia gara a New York. La giunta capitolina ha deciso di ospitare la gara lo scorso giugno. Considerandolo un evento che, pur eccezionale e spettacolare, invita alla mobilità sostenibile e alla tutela ambientale. Così la pensano anche ENEL, sponsor Formula E, ed EUR SpA.

Via G. Marconi dall'obelisco. Via

Via C. Colombo dall’obelisco Marconi. Via

La sinergia fra i due enti ha reso possibile la creazione del Circuito cittadino dell’EUR, su cui la gara si disputerà. Si tratta del più lungo tracciato del campionato (2.860 metri) con 21 curve.

Il circuito dell’EUR

Intanto, se vorrai curiosare, ti farà piacere sapere com’è fatto il tracciato, che puoi vedere qui. Parte da via Cristoforo Colombo dopo piazza Marconi. Le monoposto full electric aggireranno l’obelisco di Marconi, e dopo una curva a U passeranno davanti alla “Nuvola” di Massimiliano Fuksas

Via

Via

Poi viale Asia, via Stendhal, Via M. de Montaigne. Fino al passaggio in Piazza J.F. Kennedy, davanti al Palazzo dei Congressi. Dove si trova la pit lane che porta ai box. Poco dopo, su viale dell’Agricoltura, si toccherà la massima velocità. Da viale della Civiltà del Lavoro si ritorna all’obelisco.

Controlla il sito per i biglietti

I biglietti per le tribune scoperte sono, al momento, sold out. Tuttavia, data la grande richiesta, forse a breve saranno disponibili altri biglietti. Tieni d’occhio il sito ufficiale.

Un biglietto adulti costa 35 euro, bambini e ragazzi dai 5 ai 15 anni pagano 1 euro, mentre i bambini da 0 a 4 entrano gratis, ma senza posto a sedere riservato.

Affinché non aggravi troppo il traffico cittadino, l’E-Prix si svolge in un giorno solo. L’apertura cancelli è fissata per le 7:30. A seguire le prove libere, e le qualifiche alle 12. Infine la gara alle 16.

Via

Via

Immagini: Copertina