In Francia stanno costruendo un castello con antiche tecniche medievali

In Francia stanno costruendo un castello con antiche tecniche medievali

Tra le testimonianze che ci sono arrivate del periodo medievale, sicuramente i meandri dei castelli dove abitavano regnanti e feudatari sono i più suggestivi. Non solo per le ampie stanze dei banchetti o i bagni d’altri tempi, ma perché ci fanno riflettere su quanto usi e costumi siano cambiati profondamente durante i secoli.

Nel nostro viaggio, abbiamo già visitato non solo i castelli più belli della nostra Penisola, ma anche quelli sparpagliati nel mondo e costruiti in diverse epoche storiche. Dal Castello Orsini lungo la sponda meridionale del lago laziale fino al Castello di Kilkenny in Irlanda, la maestosità di queste struttura affascina, soprattutto se si pensa ai mezzi tanto rudimentali quanto ingegnosi con cui venivano costruite.

Se vuoi scoprire come in periodo medievale le fortezze prendevano lentamente forma “mattone dopo mattone”, potresti recarti in Francia, precisamente al Castello di Guédelon, un cantiere raggiungibile in macchina o in autobus dall’Italia.

Lì, come avrai intuito, è in corso la costruzione di una immensa struttura medievale,  tramite l’ausilio di strumenti, tecniche e metodi e del XIII secolo. Osservando i carpentieri catapultati nel 1250 D.C, potrai osservare come maniscalchi, cavatori e mastri, vestiti a tema, lavoravano senza energia elettrica o motori a scoppio.

castello

Gli unici elementi che ti faranno rimanere ancorato al presente, saranno gli occhiali protettivi e i caschi indossati dagli operai ma, comprenderai bene, che la sicurezza sul lavoro viene sempre prima di tutto il resto.

Tra l’altro, in questi 18 anni, il Castello di Guédelon è diventato una vera e propria attrazione turistica. Da quando il possessore del terreno e una ex manager si misero in società per questo ambizioso progetto, il cantiere si è sempre più popolato di turisti, fino a toccare le 300mila presenze l’anno.

Dati i tempi logistici secolari, sembra che manchino ancora circa 10 anni per completare l’opera. Insomma, sembra quindi che tu abbia ancora tempo per organizzare una bella gita nel passato, e aiutare a continuare le circa 40 persone coinvolte nel progetto, autofinanziato al 100 percento.

Inoltre, durante la permanenza nel cantiere potrai fare anche una pausa al punto di ristoro. L’unico consiglio è prenotare una guida: all’interno dell’area troverai, infatti, degli archeologi e storici  pronti a spiegarti tutti i meccanismi medievali riportati alla luce.

Immagini via Facebook