A Roma c'è Hiroshige,

A Roma c'è Hiroshige, "maestro della neve" amato da Van Gogh e Monet

Più preciso di Hokusai, meno bizzarro di Kuniyoshi, Utagawa Hiroshige è considerato—tra i grandi autori di stampe giapponesi ukiyo-e dell’800—il maestro del colore e del paesaggio, sotto le più varie condizioni atmosferiche: specialmente neve, pioggia, foschia.

La precisione dell’artista è considerata quella di un “fotografo”, ma le sue vedute non sono fredde e denotative. Tutte le sfumature della natura, nelle silografie di Hiroshige, sono accennate con sguardo “olimpico” e allo stesso tempo con intensa affettuosità e sensibilità coloristica. Tutti gli esseri umani che abitano il paesaggio, e i prodotti stessi dell’uomo, sembrano fatti della stessa sostanza della natura, condividerne il ritmo, obbedire al suo stesso principio: un’interpretazione commossa delle lezioni dello shintoismo tradizionale.

Puoi ammirare moltissime fra le sue opere in una mostra imperdibile a Roma, Scuderie del Quirinale, dal 1 marzo al 29 luglio 2018.

Hiroshige - Bagliori del tramonto a Seta

Hiroshige – Bagliori del tramonto a Seta. Via

“Hiroshige. Visioni dal Giappone”

Così è intitolata la mostra che raccoglie circa 230 preziose stampe provenienti da collezioni italiane, giapponesi e statunitensi. Opere che appartengono alle due più celebri serie dell’artista, 100 vedute della Capitale di Edo 53 Stazioni di posta del Tokaido. Ma anche fogli sparsi, che ritraggono flora e fauna—i cosiddetti kacho-e— con occhio delicatissimo: in alcuni casi è possibile ammirare i disegni originali.

Hiroshige - Coro di rondini. Via

Hiroshige – Coro di rondini. Via

Dietro di me, a Edo, lascio il mio pennello. In cammino per un nuovo viaggio, ammirerò tutte le celebri vedute del Paradiso d’occidente.

Questo scrisse l’artista in punto di morte, nel 1858, a 62 anni. A Edo, Tokyo, era nato nel 1797, appartenente a una famiglia di samurai di basso rango, di ascendenza militare, quindi piuttosto elevata. Il padre era ufficiale dei pompieri a servizio dello shogun, presso il castello di Edo. A dodici anni, quando ancora non si chiamava Hiroshige—contando più la discendenza che il nome, in Giappone si cambiava spesso nome, associandovi un cambio di stile di vita: lui lo fece più volte—divenne orfano. Il padre gli aveva comunque già trasmesso il mestiere. A 17 anni, sicuramente dotato nella pittura, entrò nella bottega del pittore Toyohiro.

Hiroshige - Nevicata serale a Kambara

Hiroshige – Neve serale a Kambara. Via

Il ragazzo fu “folgorato” dall’arte. Smise del tutto di fare il pompiere. Il maestro, che apparteneva alla corrente di xilografi Utagawa, gli diede il nome Hiroshige. Le vedute del “maestro della neve” divennero famosissime nel genere ukiyo-e, di per sé molto popolare: anche grazie alla “cultura del pellegrinaggio” ancora oggi viva in Giappone. Al suo nome si collegano migliaia di stampe e illustrazioni per più di cento libri.

Hiroshige e Van Gogh

Van Gogh fu introdotto alle stampe giapponesi dal fratello, mercante d’arte. Se ne innamorò. Nel 1887 rifece due stampe, una delle quali, molto celebre, è Il giardino dei susini a Kameido.

Hiroshige - Il giardino dei susini a Kameido. Via

Hiroshige – Il giardino dei susini a Kameido. Via

Quella che vedi qui sopra, secondo Rossella Menegazzo—docente di Storia dell’arte dell’Asia orientale all’Università di Milano, e curatrice della mostra:

è la stampa che ha colpito forse maggiormente Van Gogh. Che l’ha scelta come modello per copiarla a olio su tela, probabilmente proprio per la potenza della linea che decisa rompe lo sguardo e anche la superficie del foglio, con queste linee decise a zig zag, in primissimo piano: il che è anche un po’ l’ultima evoluzione della tecnica compositiva di Hiroshige.

Vincent van Gogh - Albero di susino in fiore (da Hiroshige). Via

Vincent van Gogh – Albero di susino in fiore (da Hiroshige). Via

Un’altra bella “traduzione” del pittore è “Il ponte sotto la pioggia”, da “Acquazzone improvviso su Ohashi ad Atake”.

Una semplice introduzione a Hiroshige è un compatto saggio illustrato di Francesco Morena, da cui abbiamo tratto alcune informazioni. Più corposo il catalogo Hiroshige. Visioni dal Giappone a cura di Rossella Menegazzo, come la mostra. Se vuoi visitarla, qui trovi info su orari e costi.

Hiroshige - barche da pesca su un lago. Via

Hiroshige – Barche da pesca su un lago. Via

Immagini: Copertina