Lavori del futuro: il codista, ovvero fare la coda al posto degli altri

Lavori del futuro: il codista, ovvero fare la coda al posto degli altri

Esiste un lavoro che risulta molto utile alla società: in coda agli sportelli per qualcun altro, con tariffe prestabilite a seconda degli orari e del tempo impiegato. Il codista, l’uomo paziente che attende agli sportelli, è ormai una delle “professioni più apprezzate” in Italia e all’estero.

Che sia la fila alla posta, a Equitalia o in un qualsiasi altro ufficio pubblico, puoi trovare qualcuno che offre il suo tempo per attendere anche per ore il turno, con tariffe che partono da 10 euro l’ora. In principio ci fu l’italiano Giovanni Cafaro, il primo codista italiano, come lui stesso si definisce, ripreso da The Guardian che lo ha definito il paziente uomo italiano, colui che si è inventato un mestiere redditizio. Ma anche Le Parisien ha raccontato la sua storia domandandosi se fare la coda per gli altri sarà il mestiere del futuro.

fare la fila - lavoro

E se pensi che questo lavoro non sia regolato dallo stato italiano non è così: Il 22 Ottobre 2014 è stato depositato presso gli organi competenti il 1° Contratto Collettivo Nazionale per Codisti, una figura quella del codista, ora regolarmente riconosciuta a livello professionale su tutto il territorio nazionale.

Questo nuovo lavoro sembra spopolare non solo in Italia. In India per esempio l’App Book my chotu, ha sfruttato la necessità del momento: stare in fila in banca per il cliente e fare tutte le operazioni sul conto corrente. Per 90 rupie all’ora (meno di un euro e mezzo) puoi pagare qualcuno e comprare il suo tempo. L’iniziativa in India ha avuto strascichi polemici: se da un lato c’è l’ammirazione per l’arte indiana dell’arrangiarsi, altri evidenziano la natura classista dell’operazione, in un Paese dove il divario tra ricchi e poveri permette ai primi il vantaggio di sfruttare a basso costo la forza lavoro dei secondi.

E negli Stati Uniti? In America l’esempio di questa nuova forza lavoro è il codista Robert Samuel che ha fatto di necessità virtù, trasformando la sua perdita del lavoro in una grande opportunità di guadagno.
Secondo il New York Times il costo del suo servizio è di 25 dollari all’ora e riesce a guadagno fino a 4 mila dollari al mese, arrivando anche a fondare una società con 15 dipendenti. Robert Samuel ha battuto tutti i record: 38 ore di attesa all’ Apple Store per acquistare prima di tutti l’ultimo modello di iPhone.

Sempre secondo il NYT, in Usa ogni anno gli americani passano 37 miliardi di ore in fila, tre anni in un’intera vita. Un tempo infinito che seguendo il vecchio adagio il tempo è denaro sembra calzare alla perfezione nella definizione delle opportunità professionali di tutti i codisti del mondo.