Lindsey Vonn, la più grande campionessa dello sci, ha chiesto di gareggiare con gli uomini in Coppa del Mondo

Lindsey Vonn, la più grande campionessa dello sci, ha chiesto di gareggiare con gli uomini in Coppa del Mondo

La maggior parte degli sport agonistici si basa sulla prestanza fisica, oltre che sulle doti tecniche e mentali. Perciò attualmente, sebbene esistano alcune specialità miste (come nel tiro con l’arco), nella maggior parte delle discipline—pensiamo anche solo al tennis, al calcio, al ciclismo, al nuoto o allo sci—donne e uomini non possono gareggiare alla pari.

Ciò non impedisce ad atlete molto forti di risultare, nella rispettiva categoria, decisamente più vincenti di tante colleghe in numerose specialità. Non è così raro inoltre che sportive davvero fortissime riescano ad assottigliare enormemente la differenza di prestazione fra donne e uomini: è il caso, ad esempio, della giovane campionessa del nuoto statunitense Katie Ledecky, e di un’altra atleta americana, la sciatrice Lindsey Vonn.

Proprio quest’ultima—attraverso la United States Ski and Snowboard Association—ha richiesto ufficialmente alla Federazione Internazionale di Sci di essere ammessa a una gara di discesa libera maschile della prossima Coppa del Mondo.

Catching some rays while exploring on an unexpected day off ??

A post shared by L I N D S E Y • V O N N (@lindseyvonn) on

Vonn, che a 33 anni è quasi a fine carriera, dal 2015 è la sciatrice più vittoriosa della storia della Coppa del Mondo e detiene il record assoluto di vittorie in alcune specialità quali il Supergigante e la discesa libera. Oltre che per i suoi risultati sportivi, è celebre per la sua bellezza e per essere, come la tennista italiana Flavia Pennetta, molto attiva sui social: il suo profilo Instagram è seguito da più di un milione di persone.

Non è la prima volta che Lindsey Vonn, che si allena regolarmente con i suoi colleghi nei tracciati di discesa libera, chiede di gareggiare con gli uomini: la Federazione, che in quasi dieci anni ha sempre respinto le sue richieste, stavolta potrebbe invece assentire alla sua richiesta di partecipare alla discesa libera maschile nella stazione sciistica di Lake Louise, in Canada, dove Vonn ha già vinto 18 gare.

Sebbene la petizione di Vonn sembri dettata da ragioni di gender equality, la campionessa ha dichiarato di essere interessata soprattutto all’aspetto agonistico dell’evento, di cui non potrà facilmente prevedere l’esito. Inoltre è convinta, come i suoi colleghi, che ciò aiuterebbe a puntare i riflettori sullo sci e gli sport invernali in generale.

??

A post shared by L I N D S E Y • V O N N (@lindseyvonn) on

Non resta quindi che attendere il verdetto, atteso per il 5 ottobre, quando la Federazione—che comunque non intende cambiare le regole, ma solo concedere un’opportunità alla grande sciatrice—si riunirà a Zurigo.

Immagini: Copertina