Da oggi la Tate Modern di Londra è ancora più grande

Da oggi la Tate Modern di Londra è ancora più grande

Londra è una delle mete europee preferite dagli italiani. Le principali motivazioni si sprecano e soddisfano i gusti più disparati: i mercatini rionali da Brick Lane a Camden, le atmosfere notturne e diurne, la vicinanza a Stonehenge, le cabine telefoniche uniche e perché è una delle città universitarie migliori al mondo.

Oltre a tutte queste motivazioni, un’altra ragione consiste nel fatto che Londra sia piena di bellissimi musei. Se sei interessato alla storia e ai reperti archeologici, puoi recarti al British Museum; se interessato all’arte attraverso i secoli, puoi visitare la National Gallery; e se interessato a quella moderna, la Tate Modern.

La Tate Modern è uno dei musei d’arte moderna e contemporanea più importanti e famosi al mondo. È ubicato nella zona di Bankside ed è ospitato all’interno di un’ex centrale elettrica e ogni anno attira milioni di visitatori.

tate 3

Se per caso ti trovassi a Londra e dalle parti di Bankside, dovresti assolutamente passarci. È stata inaugurata la nuova ala: la Switch House. La struttura è mastodontica, composta da dieci piani e ha una bellissima terrazza panoramica che ti permetterà di osservare Londra dall’alto a 360 gradi. Inoltre, vista dall’esterno ricorda tanto una forma piramidale.

Questa nuova ala è stata progettata dagli architetti Herzog & de Meuron, che già nel 2000 trasformarono l’ex centrale elettrica in ciò che è oggi: una delle principali attrazioni della città britannica. Le motivazioni di questo nuovo spazio consistono tutte nella necessità di esporre più opere da mostrare ai visitatori.

Infatti, il nuovo spazio permette di esporre il 60% di opere in più. Nel complesso quindi il visitatore potrà osservare 800 opere di 300 artisti provenienti da ben 50 Paesi differenti: dai capolavori di Picasso e Matisse fino alle installazioni di Apichatpong Weerasethakul e le sculture di Saloua Raouda Choucair.

Tra l’altro, per l’occasione, sono previste due settimane di festeggiamenti con piccole manifestazioni musicali in strada e apertura prorogata fino alle 22.

Immagini via Facebook e Flickr