Mihailo Tolotos, l'unico uomo a non aver mai incontrato una donna

Mihailo Tolotos, l'unico uomo a non aver mai incontrato una donna

Nella vastità del mondo ci sono luoghi minuscoli e giganteschi, altri ostili e qualcun altro proibito. Ma il monte Athos è unico nel suo genere. Conosciuto anche come Repubblica monastica il monte Athos è un territorio autonomo della Grecia, dotato di una forma speciale di autogoverno.

La sua storia è antichissima, all’interno dei monasteri si trovano antichi manoscritti, icone e affreschi che risalgono all’età bizantina. Il luogo si può visitare, ma potendo soggiornare esclusivamente nei monasteri la richiesta dei turisti deve essere presentata con largo anticipo, altrimenti si corre il rischio di vederla rigettata per mancanza di disponibilità della foresteria.

Quello che rende ancora incredibile il luogo è il divieto di ingresso alle donne. Non si tratta di una discriminazione, ma di una scelta, trattandosi di un territorio abitato da monaci maschi. I controlli sono molto serrati, per preservare questa tradizione millenaria. Il divieto non riguarda soltanto le donne, ma anche gli animali di sesso femminile.

Nella storia di questo monte sacro ce n’è una più piccola che è stata riproposta di recente. Nel 1938, uno di questi monaci morì, tale Mihailo Tolotos. Niente di straordinario, se non fosse che il monaco aveva raggiunto l’età di 82 anni senza aver mai visto una donna.

A differenza degli altri monaci che avevano avuto una madre o erano stati cresciuti da sorelle o zie prima di entrare in monastero, la madre di Mihailo era morta di parto e il bimbo venne affidato il giorno dopo ai monaci del monastero. La curiosa notizia è stata riportata da Weird Universe che l’ha ripescata in un vecchio trafiletto dell’Edinburg Daily Courier che riportava la morte.

La notizia oggi sta facendo il giro del mondo, sebbene di Mihailo non si sappia molto, quello che è noto è che per la sua morte i monaci, consapevoli di questo primato di purezza monastica, gli hanno tributato funerali eccezionali.

Il fato ha voluto che Mihailo, per fortuna o purtroppo dipende dai punti di vista, sia morto qualche anno prima della seconda guerra mondiale. Durante quel periodo, in via del tutto eccezionale, vennero accolti all’interno dei monasteri alcuni partigiani greci e tra questi c’erano anche alcune donne.

Immagine via Flickr