A Milano è stata aperta per la prima volta al pubblico la Torre Generali di Zaha Hadid

A Milano è stata aperta per la prima volta al pubblico la Torre Generali di Zaha Hadid

I grandi e monumentali palazzi hanno sempre rappresentato, storicamente, una grande attrazione per gli esseri umani che da sempre tendono a sviluppare le proprie città verticalmente. E recentemente a Milano è stato aperto al pubblico la Torre Generali, che si prospetta come uno dei palazzi più belli della città.

Progettata da Zaha Hadid e costruita nel distretto City Life di Milano, la Torre Generali—anche nota come Torre Hadid—sarà ufficialmente completata e inaugurata nel 2018, ma recentemente è stata aperta al pubblico per la prima volta.

La Torre è composta da 44 piani che si sviluppano su un’altezza complessiva di 175 metri, e sarà uno dei tre grattacieli—il secondo per altezza—che sono previsti per la riqualificazione dell’area Ex Fiera di Milano, nel quartiere del Portello.

È destinata a ospitare i nuovi uffici del Gruppo Generali, nell’ottica di rinnovamento per cui City Life è stata pensata e progettata dai tre grandi architetti che se ne sono occupati: Arata IsozakiDaniel Libeskind e Zaha.

#dusk #sunset #torrehadid #milano #skyline

A post shared by Alessio Zini (@alessio_zini) on

Ogni palazzo ha un “soprannome” che mutua dalla particolarità della sua forma: la Torre Lineskin è nota come Il Curvo, la Torre Isozaki è nota come Il Dritto, e la Torre Hadid, come Lo Storto. Vista da fuori, infatti, la Torre appare distorta lungo il suo asse verticale.

“Questa torsione incrementale è stata calcolata per dare a ciascun piano una relazione frazionata rispetto ai piani sopra e sotto. Mentre la torre aumenta offrendo viste più ampie in tutta la città, la torsione riorienta i piani superiori affrontando il Duomo, la rinomata cattedrale di Milano”, ha dichiarato a riguardo la responsabile del progetto.

Torre Hadid City Life #torrehadid #CityLive #milano

A post shared by Giancarlo Frangiamone Photo (@giankyphoto) on

La grande designer irachena—prima donna a ricevere il Premio Pritzker nel 2004—è purtroppo venuta a mancare lo scorso anno, e non ha avuto modo di veder completata la Torre. Il suo lavoro è stato impressionante: dalla cima del palazzo si gode di una vista unica sulla città.

L’edificio è stato aperto al pubblico il 15 ottobre, e le code per partecipare alle visite guidate sono state interminabili. I visitatori non hanno avuto soltanto modo di godere del panorama dalla cima della Torre Hadid, ma anche di visionare i 44 piani dell’edificio attraverso un percorso illustrativo.

#milano #torrehadid #storta #citylifemilano #tretorri #skyscraper

A post shared by Michele Massimo (@michele_dimax) on

Immagini: Copertina di Andrea Cherchi