La mostra gratuita a Roma dove puoi

La mostra gratuita a Roma dove puoi "toccare con mano" le opere d'arte

Quando camminiamo tra i corridoi di una mostra, siamo soliti soffermarci per scrutare le opere d’arte: oltre al colpo d’occhio generico, infatti, una volta varcato l’ingresso di una nuova sala sarà nostra discrezione dedicare più tempo a un’opera piuttosto che a un’altra. Ma se invece, oltre che a osservarli, avessi la possibilità di “toccare con mano” i dipinti esposti?

È proprio questa grande possibilità a essere al centro di “Contatto. Sentire la pittura con le mani”, mostra allestita nelle sale del Museo di Roma a Palazzo Braschi fino al 1 ottobre 2017.

L’esposizione, ispirata al testo Microcosmo della pittura dell’erudito del ‘600 Francesco Scannelli, si pone come obiettivo quello di “consentire al pubblico di scoprire un’opera bidimensionale attraverso l’esperienza tattile e non visiva”.

Ideata e promossa dal professore Carmelo Occhipinti del Dipartimento di studi letterari, filosofici e di storia dell’arte dell’università di Roma “Tor Vergata”, insieme a Federica Bertini e ad Alessandro Marianantoni, la mostra pensata per non vedenti, ipovedenti ma non solo mette al centro quattro opere tattili ispirate ai grandi capolavori risalenti al XVI secolo.

mostra tattile

Il primo, realizzato nel 1524 circa, è il “Compianto sul Cristo morto” del Correggio (Parma, Galleria Nazionale): rappresenta il momento di raccoglimento di san Giovanni, Maria Maddalena e la Madonna attorno al corpo esanime di Gesù, mentre Nicodemo rimane sullo sfondo. Il secondo, poi, consiste ne “Il Profeta Isaia”, affresco dipinto da Raffaello Sanzio nella chiesa di S. Agostino a Roma tra il 1511 e il 1512.

Terzo e quarto capolavoro, invece, appartengono a Caravaggio: la “Maddalena penitente“, dipinta attorno al 1594-1595 e conservato nella Galleria Doria Pamphilj di Roma; e la “Madonna dei Pellegrini” realizzata tra il 1604 e il 1606.

mostra tattile

Come si legge sulla pagina dedicata, la mostra è totalmente gratuita e “la visita è ‘guidata’ attraverso la lettura di schede descrittive, grazie alla presenza in sala di operatori del Servizio civile nazionale che accompagneranno il pubblico ‘bendato’ nell’esplorazione tattile.”

La mostra è aperta dal martedì alla domenica dalle ore 10.00 alle 19.00.

Immagini | Copertina | 1 | 2