Qual è la città con il nome più lungo del mondo?

Qual è la città con il nome più lungo del mondo?

Facciamo un gioco: pensa alla città con il nome più lungo che conosci. È Indianapolis? San Valentino in Abruzzo Citeriore? San Giorgio della Richinvelda?

In realtà questo gioco è impossibile: non soltanto la domanda è difficile, ma la risposta è impronunciabile. Tetaumatawhakatangihangakoauaotamateaurehaeaturipukapihimaungahoronukupokaiwhenuaakitanarahu.

No, non è uno scherzo, questo nome geografico esiste davvero. La località in questione è una collina vicino a Porangahau, in Nuova Zelanda. È il nome più lungo del mondo anche se, spesso, viene preferita la sua variante abbreviata: “Taumata“. Più comodo usare 7 lettere invece che le 92 dell’originale.

Ma qual è la traduzione di questa assurda città? Difficile essere letterali ma approssimativamente suona così: “La cima della collina dove Tamatea, l’uomo dalle grandi ginocchia, che per percorrere queste terre, scivolò giù, sali su, e ingoiò le montagne, che è noto come il mangiatore di terre, suonò il proprio flauto nasale per la sua amata”. Tamatea è stato un leggendario esploratore Maori e il nome di questa località è il modo più assurdo di celebrarlo.

Anche se, a dirla tutta, esistono molte varianti di questo nomeNella classifica delle città dai nomi più lunghi infatti si è aperto un dibattito su chi detiene il record. In Galles si troverebbe la seconda città con il nome più lungo del mondo, Llanfairpwllgwyngyllgogerychwyrndrobwllllantysiliogogogoch (che significa: “Chiesa di Santa Maria nella valletta del nocciolo bianco, vicino alle rapide e alla chiesa di San Tysilio nei pressi della caverna rossa“). Secondo gli abitanti di “Llanfair PG” (abbreviata così per semplificare) il nome della località neozelandese è stato allungato soltanto di recente per entrare nel Guinness dei primati

Ovviamente l’eccezionalità del nome ha portato sulla collina di Tamatea numerosi turisti, soltanto per scattarsi una foto vicino al cartello stradale che indica la località. Nel video qui sotto c’è un tutorial necessario per pronunciarlo correttamente.

Immagine via Wikipedia