La settimana del lavoro agile a Milano, in cui sarà

La settimana del lavoro agile a Milano, in cui sarà "vietato" lavorare solo in ufficio

Lavorare da casa è un fenomeno che si sta diffondendo sempre più nel nostro paese. Secondo una ricerca dell’Osservatorio del Politecnico di Milano, nel 2015, il 17% delle grandi imprese ha avviato delle iniziative dedicate allo smart working. Lavorare da casa ha sia aspetti positivi che negativi. Ma per sapere l’effetto che ha su di noi, dobbiamo per forza testarlo.

[advertise id=”hello-amazon”]

Ed è quello che si prefigge di fare “Lavoro Agile”, l’iniziativa promossa dal Comune di Milano, che giunta alla quarta edizione aumenta il suo raggio d’azione passando da una giornata a cinque giorni feriali: diventando per l’occasione la “settimana del lavoro agile”. Dal 22 al 26 maggio.

Ma che cosa si intende per lavoro agile? La possibilità di lavorare dove più si preferisce, non per forza tra le quattro mura di un ufficio“Scegliere il lavoro agile”, si legge sul sito del Comune che promuove l’iniziativa: “significa favorire la conciliazione tra qualità della vita e buon lavoro, risparmiare tempo negli spostamenti, meno stress, limitare traffico e inquinamento atmosferico: significa immaginare e sperimentare nuovi modi per esser al lavoro e per lavorare meglio”.

Migliorare la qualità della vita dei lavoratori vuol dire anche fare del bene alle aziende: con il buon umore aumenta la produttività e si riduce l’assenteismo.

Tra i luoghi preferiti in cui lavorare, stando al sondaggio dei partecipanti alla passata giornata del lavoro agile, c’è la casa. Questa scelta è dettata non soltanto dalla comodità, ma anche per stare più vicino ai propri cari e dedicarsi alle faccende che in genere si rinviano al fine settimana libero.

Le formule di adesione sono tre. Oltre a quella di provare a lavorare 5 giorni fuori dalla sede abituale, le aziende possono offrire la propria competenza ad altre aziende interessate alla modalità dello smart working, con incontri di un paio d’ore presso la propria sede; oppure organizzando eventi sul tema, in uno spazio proprio o una sede messa a disposizione dal Comune.

A partecipare alla “settimana del lavoro agile” sono invitati lavoratori della pubblica amministrazione, aziende private, enti, liberi professionisti, associazioni ecc. Insomma chiunque voglia sperimentare un altro modo di lavorare e di viversi il lavoro.

Sul sito ufficiale del comune di Milano, puoi consultare la pagina “Settimana del lavoro agile” dove troverai nel dettaglio le modalità di adesione. Per ulteriori informazioni puoi scrivere alla mail assessore.tajani@comune.milano.it oppure chiamare il numero di telefono 0288454913.

Immagine via Flickr