La stazione di servizio di

La stazione di servizio di "Non aprite quella porta" diventerà un ristorante

Questa è una di quelle notizie che farà felici tutti gli amanti dei film horror. Tra i capolavori del genere, tra le pellicole che hanno fatto la storia ce n’è una che nonostante l’età continua ad avere un sempre più grande seguito di fan. Stiamo parlando di “Non aprite quella porta“, il cui titolo originale è The Texas Chainsaw Massacre.

La pellicola del 1974 è stata diretta da Tobe Hooper e narra la storia di un gruppo di ragazzi che finisce tra le mani di una famiglia di assassini psicopatici. A quel film ne sono seguiti molti altri: quattro sequel, la versione in 3D e anche il prequel. Insomma un vero e proprio cult.

In ogni film horror che si rispetti c’è un momento in cui la storia prende una brutta piega e i protagonisti capiscono che le cose stanno per mettersi male. In “Non aprite quella porta” succede dopo venti minuti, in una stazione di servizio.

L’anno scorso un uomo d’affari dell’Ohio, Roy Rose, ha deciso di acquistare la stazione essendo un grande fan del film, che, a suo dire, ha visto a 10 anni e non ha mai dimenticato. È stato lui a riportare la notizia che la smoker house diventerà presto un ristorante a tema horror. “Ho salvato la maggior quantità di legno originale possibile”, ha scritto il proprietario in un post su Facebook: “ne ho aggiunto un altro po’ da un altro fienile e ho messo del cemento. È ufficiale, il distributore di benzina di ‘Non aprite quella porta’ sarà finalmente restaurato“.

Entro la fine dell’anno, ha promesso Roy, la stazione di servizio, famosa per la scritta “We Slaughter Barbecue”, tornerà a terrorizzare gli automobilisti del Texas.

Immagine via Facebook