Il piacere universale della lettura in 40 bellissimi scatti di Steve McCurry

Il piacere universale della lettura in 40 bellissimi scatti di Steve McCurry

Perché leggi? Visitando la mostra di Steve McCurry presso il nuovo hub culturale romano WEGIL (hai tempo fino al 7 gennaio 2018), forse non troverai la risposta, ma sentirai sicuramente il bisogno di leggere un libro.

La mostra Leggere comprende 40 bellissimi scatti di Steve McCurry: ritraggono persone di ogni età immerse nella lettura. Sono immagini scattate in tutto il mondo, tratte da un libro recente—che ha lo stesso titolo della mostra— dedicato da McCurry al fotografo Andrè Kertész.

Un’installazione a cura di Peter Bottazzi ospita le immagini, accompagnate da celebri aforismi sulla lettura, selezionati da Roberto Cotroneo.

stevemccurry11

“Leggere è sognare per mano altrui” – Fernando Pessoa

Birmania, Yemen, Tibet, India. A scuola, in una capanna, sdraiati per terra, o sopra il cofano di una macchina. Aspettando il treno o compilando il registro delle entrate e delle uscite. Un giornale, un testo sacro, un eserciziario, poesie. I protagonisti delle foto di Steve McCurry leggono di tutto, ovunque, in qualsiasi posizione, in perfetta solitudine o in compagnia.

Sono poche le immagini (una la vedi sopra) composte nel più tipico stile McCurry, con il soggetto, solitamente di giovane età, che guarda negli occhi lo spettatore. Difatti, come nota Biba Giachetti, curatrice della mostra, autentica protagonista delle foto è la potenza del leggere. Il rapporto che si crea fra il lettore e le pagine in cui è sprofondato il loro sguardo.

stevemccurry13

“Il mondo è fatto per finire in un bel libro” – Stéphane Mallarmé

Perciò, sebbene le immagini siano studiate con grande cura, sembra quasi che McCurry si sia appostato per “rubare”, non visto, un’istantanea al tempo prolungato in cui i suoi lettori sono distaccati da ciò che li circonda. In quel momento, per loro, il mondo è un libro. Un mondo “a parte, personale e segreto”, come afferma la curatrice.

stevemccurry5

“Leggere, leggere un libro… per me è questa l’esplorazione dell’universo” – Marguerite Duras

Vediamo bambini scorrere avidamente un quaderno con gli occhi, soldati che grazie a un libro si astraggono dal combattimento, uomini in miseria che leggono sulla soglia di una capanna.

stevemccurry4

“Sapeva leggere. Fu la scoperta più importante di tutta la sua vita. Sapeva leggere. Possedeva l’antidoto contro il terribile veleno della vecchiaia” – Luis Sepúlveda

La mostra “Leggere” di Steve McCurry inaugura la riapertura di uno storico edificio razionalista di Roma, l’ex-GIL (Casa Balilla, 1933) dell’architetto Luigi Moretti, recuperato dalla Regione Lazio anche grazie allo sfruttamento dell’Art Bonus, credito d’imposta per le erogazioni liberali in denaro a sostegno della cultura e dello spettacolo.

stevemccurry15

“Al di fuori del cane, il libro è il miglior amico dell’uomo. Dentro il cane è troppo scuro per leggere” – Groucho Marx

Secondo i gestori del neonato spazio culturale, nel nome il WE (“noi”) si oppone all’IO sovraesposto della nostra quotidianità, proponendo implicitamente il concetto di apertura“. Non c’è apparentemente modo migliore di ribadire questi propositi del farlo attraverso una mostra come questa.

stevemccurry7

“LEGGERE” si svolge dall’8 dicembre 2017 al 7 gennaio 2018 presso WEGIL, a largo Ascianghi 5, Roma.
La mostra è aperta tutti i giorni dal lunedì alla domenica dalle 10,00 alle 19,00. Il biglietto intero è di 8 euro, quello ridotto di 5 (ragazzi dai 19 ai 26 anni e anziani over 65). Al di sotto dei 18 anni l’ingresso è gratuito.

stevemccurry9

Immagini: Copertina|1|2|3 – 7|