Alcune curiosità sul pianeta Terra che forse non sai

Alcune curiosità sul pianeta Terra che forse non sai

Una volta prima di partire per un lungo viaggio che avrebbe condotto dall’altra parte del mondo echeggiava nella testa dei viaggiatori quell’adagio che diceva: “Bisognerebbe conoscere perfettamente quello che abbiamo vicino prima di raggiungere ciò che sta più lontano“. Ora i tempi sono cambiati, i viaggi interstellari hanno espanso le nostre conoscenze e rimpicciolito le distanze, non si raggiunge più l’altra parte del mondo ma direttamente un altro pianeta.

Prima di abbandonarlo per sempre, e trasferirsi come ormai pare sempre più certo su Marte prestiamo ancora un ultimo sguardo alla nostra Terra, un pianeta che spesso diamo per scontato, pensando che non abbia più segreti per noi. Per farti ricredere, ecco alcune curiosità che forse non sai sulla nostra “casa”.

Quando dobbiamo raffigurarla o anche solo immaginarla lo facciamo disegnando un cerchio perfetto, neanche fossimo Giotto. Ma in realtà la Terra è schiacciata lungo l’equatore e il suo diametro lì è di 42 chilometri in più rispetto a quello che va dal Polo nord al Polo sud. 42 chilometri però non si notano a occhio nudo e dallo spazio ci appare come una sfera perfetta. Secondo gli astronomi, inoltre, il nostro pianeta starebbe ingrassando di 7 millimetri ogni 10 anni a causa dello scioglimento dei ghiacciai.

Anche la durata delle giornate si allunga. I motivi sono l’attrito delle maree che rallenta la rotazione terrestre e l’inquinamento. Ogni secolo una giornata si allunga di circa 1,7 millisecondi, e così se volessimo fare un calcolo all’indietro scopriremmo che 4,6 miliardi di anni fa, quando la Terra si è formata, una giornata durava appena 6 ore.

Il luogo più arido del nostro pianeta è, come abbiamo visto, il deserto di Atacama in Cile. Talmente inospitale che viene usato per simulare missioni aerospaziali in condizioni ostili. La cosa buffa è che il luogo più arido del mondo si trova vicino alla più grande riserva d’acqua del pianeta, l’oceano Pacifico.

Crediamo che la Luna sia l’unico corpo che ruota intorno al nostro pianeta con regolarità, ma ci sono due asteroidi che ruotando intorno al Sole si avvicinano anche al nostro pianeta. Il 3753 Cruithne e il 2002 AA29, quest’ultimo raggiunge il nostro pianeta una volta ogni 95 anni.

Una curiosità che è più una previsione: tra cinque miliardi di anni, secondo le stime degli esperti, il Sole finirà la sua scorta di idrogeno e si trasformerà in una gigante rossa 100 volte più grande di ora e 2 mila volte più luminosa. Se quello sfortunato giorno non avremo ancora trovato il modo di trasferirci su un altro pianeta, a “salvarci” arriverà un’altra stella che con il suo passaggio distruggerà l’orbita terrestre spazzandoci via dal Sole cocente. Evviva? Beh, no… visto che sarà altissimo il rischio di congelarsi.

Immagine via Flickr