Alyssa Carson: sarà lei la prima ragazza a mettere piede su Marte?

Alyssa Carson: sarà lei la prima ragazza a mettere piede su Marte?

Il sogno di mettere piede su Marte sta diventando realtà. Anche se non sarà un privilegio di tutti. La colonizzazione del pianeta rosso avverrà lentamente ma in maniera costante. L’intera popolazione terrestre non potrà trasferirsi interamente nella “nuova casa”. A farlo saranno, all’inizio, pochi fortunati. Tra questi, una ragazza, la cui storia sta interessando tutti i giornali del mondo.

Alyssa Carson ha diciassette anni, viene dalla Louisiana. All’età di tre anni, guardando un programma per bambini sul canale NickelodeonThe Backyardigans—aveva già deciso il suo futuro: avrebbe fatto l’astronauta. Aveva detto al padre: “Voglio essere tra le persone che andranno su Marte”.

Alyssa potrebbe essere proprio la prima a toccare il suolo del pianeta rosso, nel 2033, quando avrà 32 anni. Un’età ideale per un’astronauta. È lei la più giovane ambasciatrice della missione Mars One.

La passione di Alyssa nasce, come abbiamo visto, fin da piccola. “Avevo una mappa gigantesca di Marte nella mia camera”, ha detto in un’intervista rilasciata a Teen Vogue. Una passione che non ha mai abbandonata. Assecondata dal padre, Bert, che l’ha iscritta giovanissima allo United States Space Camp, nel 2008. Negli anni a seguire, Alyssa era rimasta talmente colpita dai programmi seguiti durante il corso (“Fu il weekend più bello della mia vita”) che è ritornata in Alabama più volte, andando anche a visitare lo Space Camp di Laval, nel Quebec e Izmir, in Turchia.

L’addestramento di Alyssa prima della partenza

Prima di diventare maggiorenne Alyssa non può iniziare il programma di preparazione della NASA, ma si sta comunque allenando.

Shallow Water Egress Training blindfolded. Day 1 a success

A post shared by Alyssa Carson (@nasablueberry) on

Nel 2013, Alyssa è stata la più giovane ragazza del mondo a completare il NASA Passport Program visitando tutti e 14 i centri NASA degli Stati Uniti. È stata anche la persona più giovane a essere accettata e a diplomarsi all’Advanced Possum Academy. Oltre all’allenamento e alla preparazione fisica degli astronauti, Alyssa studia tutte le materie scolastiche in quattro lingue. Per sapersi destreggiare linguisticamente in futuro con le varie agenzie spaziali. Oltre all’inglese, conosce il cinese, il francese e lo spagnolo.

Ha già seguito corsi di formazione per conoscere la microgravità e muoversi in assenza di ossigeno. Tra le mille difficoltà che Alyssa deve affrontare ce n’è un’altra, di diverso stampo. Sapere di non poter fare piani per il futuro: non può avere una relazione stabile o una famiglia prima del compimento della missione che la porterà su Marte.

È un posto dove nessuno è mai stato prima. Sarà una missione pericolosa. Avere qualcuno che ami sulla Terra è una distrazione. L’amore dovrà aspettare.

L’attività di oratrice spaziale in giro per il mondo

Tra le numerose attività che Alyssa porta avanti c’è anche quella di oratrice pubblica. Viene invitata spesso, da Madrid a Seoul, per accendere l’interesse dei ragazzi della sua età verso lo spazio e le sue esplorazioni.

Ha presenziato alla convention internazionale di BBYO parlando davanti a 3500 ragazzi provenienti da tutto il  mondo. “Siamo la generazione di Marte”, ha detto loro: “Insieme potremo fare qualsiasi cosa”.

Quando le chiedono le sue ispirazioni risponde: “Tutti gli astronauti, ma in particolare le donne astronaute, che hanno aperto la strada che oggi sto percorrendo”.

La sua passione, mai doma, si trasforma in un invito universale rivolto non soltanto ai ragazzi: “Segui sempre i tuoi sogni e non lasciare che qualcuno te li porti via”. La sua parabola è emblematica. Come tutti i bambini aveva le idee confuse su cosa avrebbe fatto da grande. Ma quello che sapeva era che prima di diventare qualcuno avrebbe visitato Marte.

Desideravo diventare una maestra o fare la presidentessa. Ma mi sono sempre detta: prima, comunque vada, andrò su Marte, poi al ritorno vedremo.

Hanging with Astronaut Clay Anderson

A post shared by Alyssa Carson (@nasablueberry) on

Per seguire passo dopo passo i progressi di Alyssa Carson puoi consultare i suoi social network. Sia Instagram che Facebook. Entrambi molto attivi.

Immagine di copertina