Celestis, la società che

Celestis, la società che "seppellisce" i tuoi cari nello spazio

Sembra assurdo ma è così. L’universo sta diventando anche il nostro cimitero. No, non stiamo parlando per metafore. Più o meno le ceneri di 200 persone oggi “riposano nello spazio”.

Ma come ci sono arrivate lassù? Nel 1997 è stato eseguito il primo lancio al mondo con questo scopo. Poi, sono stati sfruttati i satelliti artificiali, con le ceneri come carico secondario.

Tra le personalità più illustri che riposano tra le stelle, tra gli altri, ci sono gli scienziati Eugene Shoemaker e Clyde Tombaugh. Per ora sono gli unici ad aver avuto il privilegio di essere tumulati a bordo di veicoli diretti rispettivamente verso la Luna e fuori del Sistema solare.

Lassù ci sono anche il creatore di Star Trek, Gene Roddenberry, e sua moglie. Che hanno usufruito del servizio di Celestis. Secondo “le loro ultime volontà”. Come è stato scritto da Reuters.

La società Celestis, un servizio funebre spaziale

Fondata nel 1994 dall’attivista spaziale Charles Chafer l’azienda ha finora effettuato 14 lanci. Prevede di organizzarne presto due o tre all’anno. Celestis resta la prima e finora unica azienda privata ad aver lanciato con successo voli spaziali commemorativi.

Le ceneri volano in qualità di carico utile secondario. Ci sono diverse “esperienze” tra le quali scegliere: si va dall’opzione “Earth Rise”, che consiste in un viaggio suborbitale che riporta la capsula sulla Terra per poco più di mille euro. Si può anche scegliere il lancio nell’orbita terrestre, con eventuale incenerimento durante il rientro nell’atmosfera. Fino all’opzione “Voyager“. Ancora in fase di sperimentazione—il primo volo di questo tipo sarà disponibile nel 2019—spedirà la capsula nello spazio profondo, fino a mandarla in orbita intorno al Sole. Il tutto alla notevole cifra di 10mila euro.

Incluso nel prezzo si riceve un CD con la registrazione video e un certificato di volo che attesta che il defunto si trova nello spazio.

La società che offre i viaggi nello spazio più economici

Oltre a Celestis ci sono anche altre aziende che offrono questo servizio. Elysium Space, Orbital Memorials e nel Regno Unito, una società chiamata Ascension Flights. Rispetto a Celestis quest’ultima è molto più economica, anche se bisogna dire, il viaggio che promette è altrettanto modesto. I resti del defunto vengono spediti nella stratosfera, a circa 15 chilometri di altitudine. Dove inizia lo spazio.

Ci sono vari pacchetti tra i quali scegliere. Quello che costa meno è di soli 800 euro. Le ceneri vengono liberate e trasportate coi venti della stratosfera. Arrivano lassù con dei palloni aerostatici. Come riportato da il Post, si legge sul sito ufficiale:

Ogni microscopica gocciolina d’acqua rimasta nelle ceneri si ghiaccerà all’istante [lassù ci sono circa -60gradi]. Creando una bellissima cascata scintillante. La vista da lassù insieme all’effetto dovuto al rilascio produrranno un momento senza paragone, degno di una vita vissuta come si deve.

Che senso ha spargere le ceneri nello spazio?

Leggendo questa notizia, a qualcuno sarà sembrato tutto assurdo. Spargere le ceneri di un proprio caro nello spazio. Perché? Marina Koren, in un articolo dell’Atlantic, ha provato a spiegarlo:

I funerali, alla fine servono per i vivi più che per i morti. Per alcuni, il pensiero di mandare delle ceneri di qualcuno nella stratosfera è semplicemente efficace, e non si può davvero spiegare il perché.

Frank White su Motherboard ha riportato le testimonianze di alcuni genitori che hanno preso parte a questi lanci per inviare nello spazio le ceneri dei figli morti troppo presto. David Livingston, fondatore e conduttore di The Space Show ha detto:

Si sperimenta una specie di Overview Effect [effetto della veduta d’insieme] quando il razzo si solleva da Terra, non come se ci trovassimo lassù a guardare la Terra dall’orbita, ma in un senso di unità e coesione tra i partecipanti proveniente da tanti background e culture diverse.

Chafer, il fondatore di Celestis, ha confermato:

Sulla rampa di lancio si crea una meravigliosa sensazione di comunanza e vicinanza che è molto gratificante. Non è per nulla come un funerale. È davvero una festa molto gioiosa.

Immagine di copertina di SpaceX