Un gruppo di scienziati ha spiegato l'origine dei suoni di un'aurora boreale

Un gruppo di scienziati ha spiegato l'origine dei suoni di un'aurora boreale

Se hai avuto la fortuna di assistere a una aurora boreale dal vivo ti sarà forse capitato di sentire, accompagnato allo spettacolo visivo, una serie di suoni strani simili a sibili o battiti di mani. Nel passato questi suoni venivano messi in secondo piano e quasi mai considerati. Molti pensavano che fossero suggestioni dovute ai colori del cielo e nessuna ricerca scientifica valida era stata avviata per cercare una spiegazione attendibile.

“I suoni dell’aurora sono un fenomeno che spesso viene respinto dalle persone, scienziati e non, credendolo frutto dell’immaginazione dell’osservatore”, ha detto Dirk Lummerzheim, uno dei più importanti professori dell’università di Fairbanks in Alaska.

Quei suoni invece per qualcun altro c’erano ma erano l’interazione tra gli alberi e le tempeste solari. A causa del grande campo elettromagnetico, si pensava, era plausibile che si generassero delle scariche elettriche sugli oggetti circostanti creando quei rumori strani.

Grazie però allo studio dei ricercatori dell’università finlandese di Aalto questo fenomeno è stato finalmente studiato in maniera approfondita, presentando una teoria tra le più valide.

Il professore di Aalto, Unto K. Laine, ha dimostrato che i suoni dell’aurora boreale nascono ad altezze di almeno 70 metri, all’interno di zone anomale dell’atmosfera dove la temperatura cresce invece che diminuire. I suoni, secondo questa teoria, nascerebbero quando le cariche elettriche opposte di queste zone incontrano una tempesta solare, dando vita a scariche elettriche.

aurora boreale suoni scandinavia

Se vuoi testare con l’orecchio il suono di un’aurora boreale qui trovi i luoghi nel mondo e i periodi dell’anno in cui assistere a uno di questi affascinantimisteriosi spettacoli della natura.

Immagine via Flickr | Copertina | 1