La carta del futuro si potrà usare fino a 40 volte

La carta del futuro si potrà usare fino a 40 volte

L’utilità della carta si sta riducendo sempre di più: ormai grazie alla tecnologia siamo in grado di leggere giornali online aggiornati in tempo reale, e comprare ebook dovunque ci troviamo.

Nonostante produrla causi un grosso dispendio di denaro e risorse naturali, la carta continua però a essere necessaria—per stampare manifesti o striscioni—e per questo in Cina è stato creato un nuovo materiale in grado di rimpiazzarla.

Come riportato negli ultimi giorni dalla rivista indiana Daily News and Analysis, un gruppo di ricercatori dell’Università di Shandong ha studiato una membrana trasparente—simile a carta velina—che può essere utilizzata fino a 40 volte prima di essere gettata.

Per realizzarla Ting Wang e Dairong Cheng, i ricercatori che hanno lavorato al progetto, hanno utilizzato un polimero solubile in acqua, impregnato di ossido di tungsteno. Una volta ottenuto, il materiale è simile a un foglio di carta estremamente flessibile, e le stampe vengono impresse su di esso tramite l’esposizione alla luce.

I raggi ultravioletti, infatti, fanno diventare blu il tungsteno, e basta applicare dei modelli pre-ritagliati per realizzare delle stampe. L’immagine ricavata scompare naturalmente dal foglio dopo qualche giorno, con l’esposizione all’ossigeno, ed è per questo che il polimero può essere riutilizzato fino a 40 volte prima di essere gettato.

Questa scoperta, sebbene difficilmente utilizzabile nella vita di tutti i giorni, può essere di inestimabile valore per ridurre l’impatto ambientale della produzione cartiera. Un ulteriore passo in avanti concesso dalla tecnologia alle politiche ambientali.

Nel nostro piccolo, comunque, possiamo già contribuire a non sprecare la carta: qua sotto puoi trovare un video che mostra come realizzare carta riciclata fai-da-te.

Immagini: Copertina