C’è un motivo per cui i bradipi sono così lenti

C’è un motivo per cui i bradipi sono così lenti

I bradipi sono i mammiferi più lenti del nostro pianeta: si muovono, infatti, a una velocità al massimo di 67 millimetri per secondo. Una incredibile anomalia nel mondo dei mammiferi, ma esiste una motivazione ben precisa.

La lentezza dei bradipi, difatti, sarebbe esclusivamente legata al loro spirito di sopravvivenza. Il motivo scatenante è piuttosto semplice: devono dosare le energie a causa del loro lento metabolismo. Un problema a cui, però, questa specie si è adatta nel migliore dei modi, dato che i primi esemplari di bradipo sono apparsi milioni di anni fa.

Per scampare ai predatori, quindi, i bradipi hanno scelto l’unica via possibile: la mimesi, un po’ come accade ai camaleonti. Vivendo prevalentemente sugli alberi, hanno sviluppato un mantello perfettamente identico alle varietà di colori delle foreste del loro habitat naturale, ovvero le foreste pluviali del Centro e Sudamerica.

Senza contare che sul loro manto crescono delle piccole alghe che gli conferiscono delle gradazioni quasi impercettibili di verde. Per questo, molti predatori come i giaguari non si accorgono dei loro movimenti già estremamente rallentati: per il colore attinente al contesto del loro ecosistema.

In ogni caso, oltre alla questione del metabolismo, e quindi alla consequenziale assunzione minima di calorie giornaliere derivanti dalle foglie di cui si nutrono, bisogna però sfatare una volta per tutte una credenza mendace sui bradipi: non sarebbero affatto dei dormiglioni. I bradipi dormono tra le otto e le dieci ore al giorno, mentre il resto del tempo continuano a spostarsi lentamente. Soprattutto per ridurre al minimo le perdite di calore, dato che a causa del metabolismo rallentato, devono tra l’altro termoregolarsi autonomamente.

Immagine via Wikipedia