I paesi più bui del mondo dove è possibile vedere la Via Lattea

I paesi più bui del mondo dove è possibile vedere la Via Lattea

A causa dell’inquinamento globale l’80% della popolazione mondiale non è più in grado di vedere le stelle. Lo avevamo appreso qualche tempo fa tramite uno studio pubblicato su Science, che poneva l’accento su come le percentuali aumentino nelle aree europee e statunitensi. Esistono ancora, però, delle zone ben specifiche del pianeta dove è possibile vedere perfettamente la Via Lattea.

Il nome della galassia in cui si trova il nostro sistema solare è da attribuire agli antichi greci, i quali la chiamavano galaxias, ovvero “latteo”. Dal nostro pianeta, possiamo scorgere potenzialmente solo una piccola parte di questa, poiché per attraversarla tutta ci vorrebbero 100mila anni viaggiando alla velocità della luce.

Ovviamente, a causa dell’inquinamento di cui sopra, soprattutto quello luminoso, scorgere stelle e nebulose in maniera cristallina sembra ormai quasi un’utopia, ad eccezione di alcuni punti del pianeta. Da una “classifica” stilata dalla Nasa, grazie all’ausilio del satellite Suomi NPP e di alcuni volontari nelle proprie località d’origine, è emerso che i paesi con la migliore visibilità del nostro pianeta siano Canada e Australia. Le motivazioni sarebbe due. In primo luogo perché nei due paesi ci sono vaste zone incontaminate e poi perché è stato riscontrato un minor numero di onde luminose prodotte dai sistemi di illuminazione pubblica.

In Europa, invece, i primi tre posti in classifica sono occupati da Scozia, Svezia e Norvegia. Brutte notizie per l’Italia. La nostra penisola si collocherebbe, infatti, agli ultimi posti della classifica insieme alla Corea del Sud. Il problema di entrambi i paesi sarebbe l’eccessivo inquinamento luminoso che non permetterebbe nei grandi centri, come quelli del Nord Italia dalla Pianura Padana in su, di avere una visibilità sufficiente per scorgere la nostra galassia.

Immagine via Flickr