Queste domande sull'universo devono ancora trovare una risposta

Queste domande sull'universo devono ancora trovare una risposta

Ogni volta che leggiamo una notizia di astronomia pensiamo ai grandi passi avanti che stiamo compiendo in questo campo. L’universo, a ogni scoperta, si fa sempre più piccolo, e lo conosciamo sempre meglio. In realtà è soltanto una nostra impressione, perché lassù ci sono ancora tanti misteri che devono essere risolti e di lavoro da fare ce n’è ancora molto.

Anche con la scoperta di pianeti nuovi, o quella delle onde gravitazionali che confermerebbero l’ultima parte della teoria della relatività generale di Einstein, ci sono altri sentieri oscuri, che ci pongono interrogativi a cui non sappiamo ancora dare una risposta soddisfacente

Tra le domande ancora irrisolte ce n’è una tanto semplice da formulare quanto difficile da risolvere. Di cosa è fatto l’universo? Quello che possiamo osservare noi, e la fetta di cielo che hanno osservato per secoli i nostri antenati, è soltanto il 5% dell’universo conosciuto. Circa il 27% si ritiene sia costituito da materia oscura, una sostanza che non emette né riflette la luce. Gli scienziati sono abbastanza certi della sua esistenza anche se non sanno da cosa sia effettivamente costituita. Particelle? Neutrini? Non possiamo ancora saperlo, non avendo gli strumenti adatti.

Mettiamo che il 27 % sia costituito da materia oscura, il resto da cosa è composto? Gli scienziati la chiamano energia oscura, ma ne sappiamo ancora meno.

Siamo soli nello spazio? Questa è la domanda che più ci affascina. Possiamo ipotizzare soltanto che sia improbabile che la Terra sia l’unico luogo abitato, ma dobbiamo far chiarezza anche sulla parola “alieno”. Gli astronomi hanno scoperto migliaia di pianeti simili alla Terra che orbitano intorno a stelle e sono potenzialmente abitabili. Per questi scienziati anche lì l’energia e le temperatura favorirebbero la vita. Ma allora perché non hanno ancora comunicato con noi? Tra le teorie più affascinanti c’è quella che vuole l’universo abitato da esseri super intelligenti che vivrebbero in zone dell’universo più fredde verso cui non stiamo guardando e non ci contattano perché ci considerano dei primitivi.

Quanti universi ci sono? Così come sulla terra è necessario un equilibrio per generare la vita, l’universo ha bisogno di precisi parametri per essere quello che è. Alcuni fisici credono invece che più che pianeti simili alla Terra ci siano più universi. Questa teoria si chiama del multiverso, ma è una delle innumerevoli a riguardo che non ha ancora trovato conferma.

Immagine via Flickr