Questo pannello spaziale potrebbe garantire energia infinita alla Terra

Questo pannello spaziale potrebbe garantire energia infinita alla Terra

Una delle più grandi sfide del ventunesimo secolo è la questione del come generare energia pulita, riducendone i costi, ma mantenendo comunque il fabbisogno che sostiene il progresso tecnologico. Non è un’impresa semplice, ma forse grazie al progetto di un innovativo pannello spaziale gli orizzonti dello sviluppo energetico potrebbero ampliarsi.

Il progetto The Space Solar Power Initiative nasce da una collaborazione fra Caltech e Northrop Grumman e consiste nella costruzione di un pannello solare da inviare nello spazio, posizionandolo in orbita, per accumulare energia solare.

In realtà il pannello SSPI sarà composto da oltre 900 pannelli in formazione, composti da 400 piastre l’uno, e supportati da 2500 satelliti per una superficie di oltre nove chilometri quadrati.

“Quello che stiamo cercando di fare è molto ambizioso, ma quello che stiamo proponendo potrebbe consentire di costruire una delle centrali energetiche più grandi di sempre”, ha sostenuto Harry Atwater, professore Caltech e membro del progetto SSPI.

I lati positivi di questo progetto sarebbero molteplici: non soltanto l’atmosfera spaziale causerebbe molti meno problemi di manutenzione dei normali pannelli solari—consentendo così di costruirli con materiali meno costosi—ma la loro vicinanza al sole renderebbe molto più prolifico il loro utilizzo.

Inoltre, e molto più importante, vista la natura stessa del sistema, l’energia potrebbe essere distribuita anche in quei paesi che non posseggono le strutture adatte a generare una tale entità di energia pulita.

Immagini: Copertina