Una ricercatrice ha calcolato quante probabilità hai di incontrare il tuo sosia

Una ricercatrice ha calcolato quante probabilità hai di incontrare il tuo sosia

Quante volte avrai sentito dire che “tutti abbiamo 7 sosia nel mondo”? Anche se ci sentiamo unici l’idea di incontrare un nostro doppione ci affascina. Non parliamo di familiari a cui assomigliamo geneticamente ma di perfetti sconosciuti.

Quante persone esistono con lineamenti identici? Quante probabilità abbiamo di incontrarle in una vita? Nel mondo siamo più di 7 miliardi di individui: possibile che sia così difficile incontrarne anche soltanto uno?

A venirci incontro c’è la ricercatrice Teghan Lucas che ha studiato in maniera approfondita il fenomeno. Prima di tutto bisogna fare un po’ di chiarezza su cosa intendiamo per sosia. Ci sono alcuni fattori che rendono il nostro viso simile a un altro. Un esempio potrebbe essere quello del colore dei capelli, di quello degli occhi o della forma del naso. Si tratta quindi di stabilire una certa probabilità di incontrare persone nelle quali queste misure coincidono.

Ci sono però altri fattori, ancora più particolari, che rendono il viso unico. Ad esempio la distanza che c’è tra le due orecchie o tra il naso e la bocca. Questi micro fattori, millimetrici, rendono praticamente unico il nostro corpo, ma non è sempre facile notarli.

Il nostro cervello, quando guardiamo una persona, ragiona più come una mappa che come una macchina fotografica. Riconosce le caratteristiche di un volto come una somma delle parti e non come singole e precise misurazioni isolate. In questo modo quando vediamo una persona cara, che conosciamo, con un nuovo taglio di capelli o la barba lunga riusciamo comunque a riconoscerlo. Il nostro cervello ragiona cioè per caratteristiche essenziali.

Le probabilità di incontrare un viso che ricorda il nostro, non esattamente uguale, non sarebbe così difficile. Soprattutto grazie alla diffusione di social network e la conseguente condivisione di un’enorme quantità di foto.

Se invece ci atteniamo alle misurazioni più rigorose, quelle che neanche il nostro cervello è in grado di misurare in un batter d’occhio, quelle cioè che riguardano un autentico sosia; mettiamoci l’anima in pace: esiste una probabilità su un trilione.

Immagini via Flickr | Facebook