Le grandi sfide che gli esseri umani dovranno affrontare entro il 2050

Le grandi sfide che gli esseri umani dovranno affrontare entro il 2050

Nonostante il futuro sia imprevedibile, ci sono degli indizi che possono farci capire quali potrebbero essere le sfide da affrontare nei prossimi trent’anni. La BBC ha selezionato alcune delle criticità che presto potrebbero sorgere e che dovremo essere in grado di affrontare. Alcune riguardano l’invecchiamento della popolazione, l’evoluzione della comunicazione e i cambiamenti climatici. Ecco le sfide più interessanti.

Cambiamenti genetici

Una delle più grandi sfide dei prossimi anni, nata sotto forma di dibattito nella comunità scientifica, è la possibilità di modificare piccoli segmenti di DNA umano per evitare aprioristicamente malattie come il cancro.

Sebbene prevenire alcune malattie sembri un’ottima soluzione, a livello etico questo nuovo modo di creare e selezionare “embrioni modificati” presenta delle criticità non indifferenti. Ci si domanda: è giusto alterare alcune delle nostre informazioni genetiche?

Gli scienziati non hanno ancora una risposta visto che il campo d’interesse riguarda la salute delle persone, tanto che Nicholas Agar, professore di etica presso l’Università Victoria di Wellington, chiarisce che, “una corretta riflessione su ciò che vogliamo preservare o modificare richiederà del tempo”.

L’evoluzione dei Social Media

Non è certo un mistero che negli ultimi dieci anni il nostro modo di comunicare sia profondamente cambiato. Da quando i social network (come Facebook) sono entrati a far parte della nostra quotidianità, i modi per scambiare e ricevere informazioni sono diventati sempre più estemporanei e in alcuni casi meno approfonditi e accorti.

Se prendiamo in considerazione il nostro presente, per esempio, uno dei dibattiti attuali ruota intorno alla possibilità di trovare soluzioni efficaci per combattere le “fake news”: notizie false che circolano sul web e possono creare confusione nel reale flusso informativo.

Oltre a questo problema, gli esperti di comunicazione spiegano che altre criticità potrebbero sorgere. In primo luogo, come aveva già sottolineato il Whashington Post, il nostro concetto di privacy potrebbe totalmente mutare rispetto a come lo intendiamo oggi.

In secondo luogo, il fenomeno del cyberbullismo, anch’esso recente, potrebbe diventare sempre più serio, e quindi bisognerebbe trovare delle efficaci soluzioni preventive. Da qui al 2050 però potrebbe succedere anche altro, in quanto i social media sono in costante evoluzione.

2050

La popolazione mondiale più anziana di sempre

Al di là di come il luogo in cui si vive possa giovare alla qualità della propria vita, è ormai indubbio che nei prossimi anni ci troveremo di fronte a un record: il mondo sarà abitato dalla popolazione più anziana di sempre. Dall’Italia al Regno Unito, passando per il Giappone, nei prossimi decennni gli over 65 ingrosseranno le proprie fila.

Dato che le aspettative di vita sono aumentate di molto e il tasso di natalità sceso, una delle prossime sfide sarà quindi trovare ottime soluzioni per assistere al meglio gli anziani. In sostanza, l’assistenza agli anziani potrebbe diventare uno dei più importanti temi politici e non solo—in Giappone, per esempio, stanno già pensando a dei “robot assistenti“.

futuro 2050 2

Trovare alternative alle risorse in esaurimento

Un po’ com’è successo con l’introduzione delle energie rinnovabili per produrre energia elettrica, una delle sfide dei prossimi decenni sarà trovare nuove risorse per costruire gli apparecchi tecnologici che usiamo quotidianamente.

Detto in altre parole, il cellulare che usi giornalmente è composto da più di 60 materiali e metalli diversi molto rari e destinati ad esaurirsi in natura. Per fare un esempio: il 90% dei metalli che servono per costruire apparecchiature tecnologiche si trova in Cina, ma si stima che le sue miniere si esauriranno nelle prossime due dacadi.

Le conseguenze dei cambiamenti climatici sulle città

Per quanto alcune amministrazioni neghino i cambiamenti climatici, le alterazioni morfologiche delle zone più fredde del pianeta mostrano il contrario. È evidente che una delle dirette conseguenze dello scioglimento dei ghiacciai sarà il progressivo aumento del livello del mare, e di conseguenza la possibilità che le città più esposte possano allagarsi sempre più spesso.

In sostanza, se questa situazione non verrà arginata, diventerà abbastanza comune costruire i primi piani degli edifici più in alto. La sfida, quindi, sarà modificare “il design urbano” a cui siamo attualmente abituati.

futuro 2050 3

Immagini | Copertina | 1 | 2 3