Lo strano modo di comunicare attraverso gli starnuti che hanno i licaoni

Lo strano modo di comunicare attraverso gli starnuti che hanno i licaoni

Il linguaggio è una delle facoltà umane più studiate, suggestive, misteriose e complesse. Una delle teorie più affascinanti a proposito del linguaggio è quella di Noam Chomsky che ha affermato che secondo lui esistono delle analogie strutturali che ritornano nelle varie lingue, tali da far pensare che ci sia una grammatica universale innata.

Il linguaggio in senso ancora più vasto, restando nel campo degli esseri umani, non è soltanto qualcosa che ha a che fare con la grammatica, o la sintassi delle parole, ma anche con i gesti, espresso anche attraverso quello che non diciamo. Anche il pianto di un bambino è un modo che hanno “i cuccioli di umani” di comunicare con gli adulti. In alcune zone del mondo, invece, si parla con i fischi.

Il linguaggio è anche quello che riguarda le arti, non soltanto la prosa o la poesia, ma anche la musica che a volte ci scombussola talmente tanto che ci commuove. La questione diventa ancora più complessa quando parliamo del mondo animale. Sia per gli animali a noi più vicini come le scimmie sia per quelli più lontani, come gli elefanti.

In natura si trovano tantissimi esempi straordinari, come ad esempio quello dei licaoni. Questi intelligentissimi animali vivono in Africa e oggi sono a rischio estinzione. È una specie fortemente sociale (più dei leoni e delle iene), vive in branchi e possiede gerarchie separate per maschi e femmine.

Durante la caccia, i licaoni usano tattiche di gruppo davvero evolute e hanno pochissimi predatori. Di recente, un po’ per caso, è stato scoperto che per iniziare la caccia i licaoni usano fare una votazione, attraverso gli starnuti.

Ad averlo scoperto è stato un gruppo di biologi del Centre for Ecosystem Science dell’UNSW dell’Australia. I risultati sono stati pubblicati poi sulla rivista Proceedings of the Royal Society B. I ricercatori si sono accorti di questa strana pratica dello starnuto studiando i raduni di questi canidi. Si sono chiesti perché questi animali ne facessero così tanti.

Hanno analizzato da vicino 68 raduni sociali di 5 branchi di licaoni nel Delta del fiume Okavango, in Botswana. Per i licaoni starnutire è “una forma di comunicazione”, ha detto la coautrice della ricerca Reena Walker: “Lo starnuto funziona come un tipo di segnale che serve a formare il processo decisionale”.

Sì, perché gli starnuti emessi da questi animali sono usati a mo’ di votazione. In pratica quando è tempo di andare a caccia lo decidono attraverso una votazione di starnuti. Una volta raggiunto il “quorum” si parte.

All’inizio si pensava che gli starnuti fossero utili soltanto a liberare le vie aeree, ma prima di andare a caccia hanno notato un’impennata di questo strano comportamento. Maggiore è il numero di starnuti, più alta la probabilità che il branco parta per la caccia.

La cosa straordinaria è l’aspetto democratico della votazione. Quando un maschio alfa starnutisce ne servono 3 per partire, mentre quando è uno di un rango inferiore ne servono 10. Lo starnuto, inoltre, diventa anche uno strumento di esalazione d’aria per respirare meglio durante l’inseguimento furioso della preda.

Immagine di copertina via Flickr