Il video che mostra la bellissima metamorfosi di una libellula

Il video che mostra la bellissima metamorfosi di una libellula

Come avrai imparato a scuola, molti insetti devono subire diverse trasformazioni per poter diventare adulti. In contrapposizione agli animali che escono dall’uovo con una struttura fisica bene definita, infatti, questi piccoli invertebrati per raggiungere lo stadio adulto devono attraversare la “metamorfosi”.

Si tratta di un periodo che indica tutti i cambiamenti di forma e struttura che subiscono molti invertebrati, e il cui risultato finale gli permetterà di trasformarsi in piccoli e definiti animali con il corpo diviso in capo, torace, addome, zampe e ali.

A voler essere più esatti, però, esistono due tipi di metamorfosi: la metamorfosi incompleta e la metamorfosi completa. Per quanto concerne la metamorfosi completa, questa riguarda tutti quegli individui che saranno completamente diversi rispetto al loro primo stadio—vedi per esempio la farfalla che da “neonata” si presenta come un piccolo bruco.

Per quanto riguarda la metamorfosi incompleta, invece, questa riguarda tutti gli insetti che nello stadio giovanile assomigliano già molto a come saranno da adulti—come per esempio le libellule.

Nonostante queste nozioni di base siano assimilabili in qualunque momento, assistere in diretta alla trasformazione di un insetto è davvero una rarità. Proprio per questo, lo studioso cinese Yan Liang ha deciso di pubblicare, sulla piattaforma Beauty of Science, il video “The Metamorphosis of a Dragonfly”.

Della durata di due minuti e mezzo circa, il video mostra la trasformazione finale—avvenuta tra le 23.00 del 25 maggio 2016 e le 7.00 del 26 maggio—di una libellula allo stadio adulto.

Le libellule appartengono alla famiglia degli Odonati, ovvero un ordine d’insetti legati all’acqua: mentre i neonati vivono in zone paludose e umide, gli adulti volano nei dintorni alla ricerca di piccole prede che afferrano grazie alle piccole pinze con cui terminano le loro labbra inferiori e a una velocità che può raggiungere i cinquanta chilometri orari. A seconda della specie, tra lo stadio giovanile e quello adulto possono passare anche tre anni, durante i quali l’animale va incontro alla muta almeno dieci volte.

Immagine via Vimeo