Questo video mostra come

Questo video mostra come "respira" l'Etna

Tutti conoscono il vulcano Etna, una delle bellezze naturali più famose della Sicilia, ma probabilmente anche coloro che hanno avuto la fortuna di visitarlo non sono coscienti del fatto che i vulcani possano “respirare“.

Le immagini incredibili provenienti dal Jet Propulsion Laboratory della NASA, invece, hanno mostrato come il terreno circostante la zona interessata dagli impulsi dell’Etna si trasforma, cioè “respira” in seguito alle variazioni di volume della camera del vulcano, che arriva in profondità a oltre 5 chilometri sotto il livello del mare.

I dati sono stati ripresi da un’interferometria radar svolta da ERS-1 ed ERS-2, i satelliti dell’Agenzia Spaziale Europea. Questa tecnica è così sensibile da essere in grado di rilevare le deformazioni del suolo entro un’area di 2,8 centimetri.

L’Etna è il vulcano terrestre più alto d’Europa, con i suoi 3.350 metri. Nel complesso la sua attività è abbastanza contenuta, anche se imprevedibile. Ad esempio, nel 1928, un flusso di lava ha portato quasi totalmente alla distruzione la città di Mascali.

Se osservi il video pubblicato dalla NASA, puoi vedere che la barra colorata in alto a sinistra mostra quanto il terreno sia in calo in centimetri. Soltanto grazie all’apporto di questi mezzi estremamente tecnologici possiamo quindi renderci conto di come l’ambiente, specie quello soggetto a particolari situazioni geotermiche o atmosferiche, cambi continuamente. E di come anche un vulcano la cui attività è ridotta continua a incidere sulla morfologia del territorio.

Immagini: Copertina