L'account Instagram che mostra i palazzi dimenticati del Nord Europa

L'account Instagram che mostra i palazzi dimenticati del Nord Europa

Palazzi nobiliari, cimiteri d’auto, antiche caserme militari: il Nord Europa pullula di bellissimi luoghi abbandonati che nessuno considera. Da qualche anno, però, esiste un account Instagram che li immortala, Abandoned Nordic. Sul profilo di questo progetto fotografico, si possono trovare alcuni dei palazzi abbandonati di tutto il Nord Europa. Dalla Svezia, alla Romania, alla Norvegia, fino alla Polonia.

Abandoned Nordic è seguito da una coppia di artisti finlandesi. La fotografa Tanja Palmunen, e lo scrittore Kimmo Parhiala. Il loro intento, attraverso questo progetto, è quello di restituire dignità a questi palazzi abbandonati. Non soltanto ritraendoli, ma ricostruendone la storia.

Un progetto nato per caso

In realtà l’esigenza di Abandoned Nordic è nata con il tempo. E soprattutto in seguito a un incontro. La prima volta che Tanja Palmunen e Kimmo Parhiala si sono incontrati, si trovavano su una piccola isola dell’Indonesia. Non si erano mai visti prima, e non conoscevano i rispettivi lavori passati. Quell’esperienza di esplorazione comune, però, li aveva convinti che insieme avrebbero potuto collaborare a dei progetti narrativo-fotografici.

The air wasn't good, it even might have been toxic. It felt unearthly walking the staircase of this crown jewel of the cultural high-life, a magnificent piece of architecture and breathing in the pigeon infested fumes. Heavy lamps were reflecting the golden morning light, like it was a holy day. What we saw, didn't feel right, although it looked strangely glorious. www.abandonednordic.com @abandoned_nordic #abandoned_nordic #abandoned #abandonedbuilding #trb_members1 #the_relics #total_abandoned #all_is_abandoned #abandonedafterdark #kings_abandoned #abandon_seekers_ #loves_decay #team_urbex #jj_abandoned #jj_urbex #loves_united_abandoned #infinity_unguarded #allabandoned #urbex_utopia #renegade_abandoned #abandoned_excellence #igw_decay #fa_rejected #theurbexcom #savethedecay #rsa_preciousjunk #fuzed_decay #abandoned_addiction #dreamland_arts_of_nature #atlasobscura #urbexartists

A post shared by Abandoned Nordic ?? (@abandoned_nordic) on

Così, quando sono tornati in Finlandia, hanno cercato una storia che potesse interessare entrambi. La commissione di una rivista per cui collaborava Parhiala, è stato lo spunto adatto al loro scopo. Il capo redattore gli aveva chiesto di svolgere un’inchiesta sugli ex ospedali psichiatrici, e Kimmo ha deciso di coinvolgere Tanja.

Hanno trovato un vecchio ospedale abbandonato vicino a dove vivono, e dopo averlo visitato, hanno avuto come una folgorazione.

Siamo entrati ed è stato come visitare un altro mondo. Tanja era entusiasta di girare per corridoi deserti, strane stanze, e di chiedersi quali storie avessero da raccontare. Non potevamo credere ai nostri occhi, e in quel momento abbiamo capito che c’era qualcosa per cui valeva la pena lavorare insieme.

The owner of an abandoned building might still have a drop of hope that someday the glory of the building will be restored, baroque will be brought back and dancing in the great hall can once again continue until the morning dew arrives. Sometimes these hopes are fulfilled, but many times they are not. Barbed wire, fences and guard dogs is the reality for us – we are not wanted here. www.abandonednordic.com @abandoned_nordic #abandoned_nordic #abandoned #abandonedbuilding #trb_members1 #the_relics #total_abandoned #all_is_abandoned #abandonedafterdark #kings_abandoned #abandon_seekers_ #loves_decay #team_urbex #jj_abandoned #jj_urbex #loves_united_abandoned #infinity_unguarded #allabandoned #urbex_utopia #renegade_abandoned #abandoned_excellence #igw_decay #fa_rejected #theurbexcom #savethedecay #rsa_preciousjunk #fuzed_decay #abandoned_addiction #dreamland_arts_of_nature #atlasobscura #urbexartists

A post shared by Abandoned Nordic ?? (@abandoned_nordic) on

Un’organizzazione lunga e faticosa

Abandoned Nordic, come dicevamo, non è soltanto una galleria di palazzi suggestivi. Il duo che lo cura, svolge un lavoro certosino nello scegliere quali edifici fotografare. Il lavoro preliminare, infatti, è di vitale importanza. E le loro abilità, in questo senso, sono complementari.

Io mi occupo di mappare i luoghi e di ricostruirne la storia—ha detto Kimmo—mentre Tanja elabora il metodo migliore per ritrarli, e cosa fare durante i sopralluoghi. È un lavoro molto lungo, e richiede ore di progettazione e di scrittura.

House doesn't always win. This pearl of the Black Sea used to house the gamblers and risk takers, dice rollers and champagne callers. Some who lost, ended their days from the balconies of this marvelous building. Silence has replaced the joyful spirit. Birds, are now the kings of this castle. www.abandonednordic.com @abandoned_nordic #abandoned_nordic #abandoned #abandonedbuilding #trb_members1 #the_relics #total_abandoned #all_is_abandoned #abandonedafterdark #kings_abandoned #abandon_seekers_ #loves_decay #team_urbex #jj_abandoned #jj_urbex #loves_united_abandoned #infinity_unguarded #allabandoned #urbex_utopia #renegade_abandoned #abandoned_excellence #igw_decay #fa_rejected #theurbexcom #savethedecay #rsa_preciousjunk #fuzed_decay #abandoned_addiction #dreamland_arts_of_nature

A post shared by Abandoned Nordic ?? (@abandoned_nordic) on

Anche dal punto di vista logistico, ovviamente, il progetto è molto probante. Da quando hanno iniziato insieme questa avventura, Tanja e Kimmo hanno visitato molti paesi. Estonia, Svezia, Norvegia, Romania, Polonia: per ogni paese viene fatto una mappatura preventiva di edifici abbandonati che potrebbero interessargli, tramite satellite.

Eseguiamo ricerche specifiche e su lungo raggio, in modo da poter effettivamente vedere gli edifici nel dettaglio. Quindi salviamo le coordinate nel nostro database. Quando abbiamo le coordinate di tutti i luoghi che vogliamo visitare, formiamo una mappa e facciamo un piano di rotta.

Ma spesso gli edifici che si rivelano più interessanti e accattivanti sono quelli scoperti per caso. Dopo aver visitato i luoghi scelti, infatti, i due si concedono sempre qualche giorno di esplorazione libera. E in quel caso la storia degli edifici viene scoperta dopo averli fotografati.

High above, looking down was an eagle. A magnificent beast dashing trough air. With effortless strokes it sat down on a stony colorless gargoyle. Under his feet was the ancient castle with high towers dividing the angry winds. Home for him, but only for him. Deserted and raped by the seasons, the castle was nothing more than height made out of stone. Perfect for a creature bathing in loneliness. www.abandonednordic.com @abandoned_nordic #abandoned_nordic #abandoned #abandonedbuilding #trb_members1 #the_relics #total_abandoned #all_is_abandoned #abandonedafterdark #kings_abandoned #abandon_seekers_ #loves_decay #team_urbex #jj_abandoned #jj_urbex #loves_united_abandoned #infinity_unguarded #allabandoned #urbex_utopia #renegade_abandoned #abandoned_excellence #igw_decay #fa_rejected #theurbexcom #savethedecay #rsa_preciousjunk #fuzed_decay #abandoned_addiction #dreamland_arts_of_nature

A post shared by Abandoned Nordic ?? (@abandoned_nordic) on

Una sfida nelle intemperie per ricordare il passato

Per fotografare e immortalare questi palazzi—che spesso rivelano bellezze inaspettate e dimenticate, come antichi saloni adornati di marmo, o soffitti a volta stuccati—Tanja e Kimmo devono anche affrontare diverse difficoltà. Questi edifici infatti si trovano in aree piuttosto fredde e anguste.

Mentre esploriamo luoghi abbandonati, dobbiamo strisciare, arrampicarci o camminare per ore. Siamo accolti dalla vegetazione invasa e dai rottweiler, e spesso dobbiamo esplorare al buio.

Durante un’esplorazione in Estonia, ad esempio, la coppia si è dovuta immergere totalmente nell’acqua gelata per raggiungere un’ex prigione sovietica semi-sommersa.

Dopo un’ora nell’acqua gelida, scattando in mezzo ai mattoni fatiscenti, ci siamo dovuti fermare. Perché le dita di Tanja non si muovevano più, ed era impossibile utilizzare la macchina fotografica.

Tutto questo, però, non li spaventa. Anzi li esalta: il loro intento, infatti, è riportare alla memoria il passato di certi luoghi, attraverso il tessuto urbano dimenticato. Essere, come dice Parhiala, degli “esploratori urbani“.

Immagini: Copertina