Sulle Alpi austriache c'è la strada panoramica più bella d'Europa

Sulle Alpi austriache c'è la strada panoramica più bella d'Europa

È la gita perfetta di un giorno se già ti trovi in viaggio in Austria, da solo, in coppia, in famiglia, o in comitiva. Ma ci sono automobilisti—e soprattutto motociclisti—che chi ci vengono apposta. D’altronde la strada alpina del Grossglockner (Großglockner Hochalpenstraße) è un mito: la strada panoramica più bella d’Europa. Nel cuore del Parco Nazionale Alti Tauri, tra decine di cime oltre i tremila e a un passo dal ghiacciaio più grande delle Alpi Orientali, il Pasterze.

Fino a 2.500 mt di altitudine, lunga 48 km, con 36 tornanti, è una delle strade asfaltate più alte del continente (la più alta è la A-395 sul Pico del Veleta, in Andalusia). Il dislivello è di circa 1250 m, da 750 a 2.500. Va da nord a sud: da Bruck, nel Salzburg, a Heiligenblut, in Carinzia. Si può partire da entrambi i capi. Tanto per dare un’idea: l’ingresso più a sud è a un’ora di automobile da Lienz, ne Tirolo Orientale, a un passo dal confine con l’Italia. Quello a nord è a un’ora e mezza da Salisburgo.

Via

Via

Großglockner Hochalpenstraße: la strada panoramica più bella d’Europa

La Strada Alpina prende il nome dalla cima austriaca più elevata (il Großglockner è alto 3798 m). È una strada privata, a pedaggio. L’asfalto è sempre in perfette condizioni. Alle due estremità del percorso c’è un casello. La strada è aperta da maggio a novembre: chiusa di notte, a giugno, luglio e agosto apre dalle 5 alle 21.30 (a settembre dalle 6; qui informazioni precise sugli orari). L’ingresso giornaliero per le auto (non elettriche) costa 36 euro, per le moto 26 (qui informazioni aggiornate sui prezzi).

Non economicissima, ma ne vale assolutamente la pena. Soprattutto se non ti limiti a percorrerla senza fermate (con tutta la calma del mondo, impieghi non più di un’oretta e mezza), ma ti fermi spesso, ammiri e fotografi il panorama, imbocchi le deviazioni (vedi sotto) sempre ben segnalate. insomma, se ci passi la giornata, percorrendo anche qualche sentiero a piedi. La mattina molto presto, sul belvedere che dà sul Pasterze, solitamente affollato di turisti, potresti avere la vista meravigliosa del ghiacciaio (quasi) tutta per te…

Via

Via

Una vista a 360° sulle Alpi austriache

All’ingresso viene consegnata una guida semplice e chiara che illustra i vari luoghi di interesse (non solo naturalistici: anche mostre), segnala le zone di sosta panoramica, indica i punti informazione (sono 12) e le aree ristoro. Una giornata non è senza fine, quindi veniamo al punto, e indichiamo dove bisognerebbe assolutamente fermarsi secondo noi.

Anzitutto Punta Edelweiss (Edelweiss-Spitze). È la quota più elevata che la strada raggiunge (2571 m), attraverso un percorso piuttosto stretto, pieno di tornanti, vietato ai pullman: come vedi dalla foto sotto, ci sono anche gli arditi che la fanno in bici. In cima, una vista a 360° su una corona di oltre 30 cime sui 3000 m.

A 2260 m c’è poi il piccolo lago Fuscher, perfetto per una sosta (c’è anche un museo che racconta la storia della strada).

Ai piedi del ghiacciaio

Imperdibile infine la deviazione denominata Gletscherstrasse, che a pochi km dall’uscita (o ingresso) sud, conduce sotto la vetta del Grossglockner, e alla Franz-Josephs-Höhe, la “Quota Imperatore Franz Josef”.  È il centro visitatori il cui nome ricorda la “visita” al ghiacciaio Pasterze di Francesco Giuseppe e Sissi quand’erano ventenni. Lì infatti si può ammirare il ghiacciaio, e non solo dall’alto.

Via

Via

Un sentiero tortuoso in discesa o in alternativa un trenino a cremagliera ti portano infatti molto vicino, ai piedi del ghiacciaio che procede dalla cima elevata dello Johannisberg. Un ghiacciaio maestoso, il cui volume però, dal 1850, è dimezzato: arretra di qualche metro ogni anno, e di questo passo sarà scomparso fra 80 anni.

Dulcis in fundo. La flora lungo la Grossglockner Hochalpenstrasse è strepitosa. E dalle parti della Franz-Josephs-Höhe ci sono tante marmotte, che—probabilmente abituate ormai ai visitatori—non sdegnano qualche briciola.

Qui un percorso consigliato sul sito ufficiale per una gita giornaliera della Strada Alpina del Grossglockner.

Immagine: Copertina