Aurora australe in Nuova Zelanda: come vederla spendendo il meno possibile

Aurora australe in Nuova Zelanda: come vederla spendendo il meno possibile

Se il periodo che va da fine settembre a marzo è il migliore per ammirare l’aurora boreale nel nord Europa, quello che va da marzo ad agosto lo è per l’aurora australe in Paesi come la Nuova Zelanda o la Tasmania. La “luce del sud” infatti è il corrispettivo dell’aurora boreale dell’emisfero meridionale, e si verifica solitamente nei mesi che in questa parte del mondo sono autunnali, ma che corrispondono alla nostra estate.

Le aurore polari—sia quella boreale che australe—si verificano quando le particelle cariche del vento solare si scontrano con la ionosfera. Quando gli atomi di gas entrano in contatto con il vento solare rilasciando fotoni—ovvero particelle di luce—di diverse lunghezze d’onda, a seconda delle tipologie degli atomi. Quelli di ossigeno emettono luce verde o rossa, mentre quelli di azoto blu o viola. Spettacoli veramente incredibili che si possono ammirare solo in determinate zone del pianeta e solo in certi momenti.

Poiché le linee di campo convergono in prossimità dei poli—più o meno nei punti a – 60°-70° di latitudine—le aurore si verificano con particolare frequenza solo nei Paesi che lambiscono queste zone. Per vederle, poi, occorre trovarsi al riparo dall’inquinamento luminoso: nelle zone più incontaminate, quindi. Ed è per questo che per godersi a pieno un’esperienza del genere ci si deve affidare a guide esperte. Per riuscire a prevedere i momenti propizi per le osservazioni, infatti, si devono saper valutare i livelli dell’attività geo-magnetica, e individuare i punti geografici in cui si ha una visibilità migliore.

nuova-1

Il turismo relativo alle aurore polari è in forte crescita: recentemente in Nuova Zelanda, ad esempio, è stato creato un servizio di voli low cost per raggiungere le zone meridionali del paese durante le fasi in cui è possibile vedere l’aurora australe. La prima spedizione è avvenuta lo scorso 23 marzo, e visto il successo ottenuto la compagnia turistica che gestisce l’iniziativa ha deciso di continuare. A partecipare alla prima esperienza di questo genere, oltre alle guide specializzate, sono stati 130 passeggeri.

Il viaggio parte da Dunedin, nel South Island, e dura circa otto ore. “Abbiamo viaggiato per oltre due terzi del mondo fino al polo sud, ammirato questo spettacolo incredibile e per l’ora colazione eravamo di nuovo a casa”, ha detto uno dei partecipanti. Il costo dei biglietti può variare molto a seconda della domanda e del momento in cui si prenota, da un minimo di 350 a un massimo di 1100 dollari.

nuova-2

Il nostro consiglio, quindi, per tutti gli amanti dei fenomeni atmosferici estremi, è quello di prenotare tutto con anticipo: per partecipare alla spedizione la scelta migliore è un albergo economico a Dunedin—su questo sito si trovano svariate offerte che vanno dagli 89 euro a notte fino alle 130—e valutare bene le tratte aeree che arrivano nel Paese.

La più economica—intorno ai 1000 euro— solitamente è quella che dall’aeroporto di Pisa arriva ad Auckland. Da qui puoi prendere un volo che ti porta direttamente a Dunedin, per un costo medio che si aggira attorno ai 130 euro.

Immagini: Copertina | 1 | 2