La bandiera del pianeta Terra

La bandiera del pianeta Terra

La missione Mars One che potrebbe portare alcuni fortunati (o sfortunati, dipende dai punti di vista) terrestri sul pianeta rosso ha posto una domanda non così scontata: quale bandiera metteremo su Marte?

Per anni si è scelto il vessillo del Paese che finanziava la spedizione spaziale, ma quest’anno un ragazzo svedese, Oskar Pernefeldt, per la sua tesi di laurea, ha deciso di ideare una bandiera che rappresentasse una volta per tutte il nostro pianeta. E la sua idea piace a molti.

Una precisazioni è d’obbligo: Oskar non è l’unico ad aver provato a progettare una bandiera del mondo. Prima di lui molti sono stati i tentativi, ma nessuna bandiera ha mai visto riconosciuta la qualifica di bandiera ufficiale del pianeta Terra.

Prima di vedere il progetto di Oskar, passiamo in rassegna i precedenti tentativi.

eart

Negli anni ’70, John McConnell, con meno fantasia rispetto agli altri, ne ideò una per la Giornata della Terra: l’idea era forse troppo semplice. Una rappresentazione del Blue Marble, una fotografia della Terra vista dallo spazio scattata dalla NASA. Un po’ troppo facile.

Un altro tentativo fu quello di James van Kirk, in Ohio, che ideò più che altro una bandiera della pace nel mondo. In un’unica bandiera aveva unito il globo terrestre con le stelle a una serie di strisce color arcobaleno.

Riuscì nell’intento pacifista, tanto che il suo progetto venne acquistato dal Congresso Universale delle Pace, ma fallì in quello terrestre.

Poi, nei primi anni ’70, fu il turno di un contadino dell’Illinois che ideò una bandiera che consisteva in un grande cerchio blu, la Terra, vicino a uno spicchio giallo più grande, il Sole, e accanto a un più piccolo tondo grigio, la Luna.

Tutti e tre i corpi celesti si stagliavano su uno sfondo nero. La bandiera ebbe fortuna tra i ricercatori del SETI, il centro di ricerche di intelligenza extraterrestre. Per il resto del mondo è praticamente sconosciuta.

La Bandiera delle Nazioni Unite (sebbene non sia effettivamente una bandiera di tutti i Paesi del mondo) è quella che più è riuscita nel suo intento. Ebbe fin da subito talmente fortuna che la NASA volle utilizzarla nelle spedizioni degli anni ’60 per accompagnare quella degli Stati Uniti. Ma poi non se ne fece più niente.

carroll

La Bandiera del Mondo creata nel 1988 da Paul Carroll è quella più colorata: al centro c’è un planisfero e tutte intorno le bandiere dei Paesi delle Nazioni Unite. L’effetto è notevole, ma ricordarla o riprodurla è difficile.

La bandiera della Terra di Oskar Pernefeldt è molto più intuitiva e semplice. Ed è nata anche per rappresentare “tutte quelle persone che per un motivo o per l’altro non hanno un’identità nazionale”.

La bandiera può essere facilmente ricordata: gli anelli intersecati al centro raffigurano un fiore, il simbolo della vita, e le intersezioni esterne rappresentano il legame che unisce tutti i suoi abitanti oltre i confini dei Paesi e delle culture.

Immagini via Wikimedia Commons | bandiere di Oskar Pernefeldt, di John McConnell e di Paul Carroll