Viaggio in Brasile: cosa vedere e cosa fare a Rio de Janeiro

Viaggio in Brasile: cosa vedere e cosa fare a Rio de Janeiro

Nel 1970 il poeta Pier Paolo Pasolini viaggiò in Brasile insieme a Maria Callas per promuovere il suo film Medea di cui la Callas era la protagonista. In seguito a quell’esperienza, scrisse alcune poesie dedicate al paese carioca con riflessioni molto profonde sui contrasti sociali di Rio de Janeiro. Un esempio di queste poesie lo puoi trovare qui. Questi componimenti sono pubblicati nel libro Trasumanar e organizzar, del 1971. Un viaggio che gli permise di conoscere anche le favelas di Rio de Janeiro, l’altra faccia più oscura del Brasile.

Se stai pensando di organizzare un viaggio in Brasile, Rio de Janeiro è una tappa obbligatoria. Rio viene chiamata dai brasiliani la Cidade Maravilhosa. E’ una delle città più grandi al mondo con più di 6 milioni di abitanti ed è universalmente riconosciuta per la sua grande energia. Prima di partire tuttavia ti consigliamo di leggere le informazioni del sito della Farnesina che raccomanda prudenza nel visitarla.

Itinerario a Rio de Janeiro

Quali spiagge vedere a Rio de Janeiro

Leblon beach

Un’esclusiva spiaggia che offre una grande varietà di attività. Puoi vedere le mamme con i bambini incontrarsi al Baixo Bebê. Gli adulti ci vengono invece per rilassarsi o per praticare sport sulla finissima sabbia. Come per esempio per esercitarsi con la capoeira, uno sport a metà strada tra stile brasiliano e africano. Al calar della sera, le persone affollano la spiaggia per ammirare i fluidi movimenti di questa pratica. La capoeira è un’unione di lotta, musica e acrobazie con una storia molto antica. Nasce nel periodo schiavista durante la colonizzazione portoghese. Gli schiavi africani si allenavano nei combattimenti utilizzando delle tecniche di attacco e difesa derivanti dalle danze delle tribù africane, dissimulando la lotta con coreografie della danza, per non insospettire i colonizzatori. Con la fine della schiavitù, la capoeira rimase clandestina e solo nel 1974 è stata riconosciuta come sport nazionale brasiliano.

Ipanema

Ipanema è un quartiere, o bairro, della zona sud della città di Rio de Janeiro. Anche questo è un luogo mitico, famoso anche per la canzone Ragazza di Ipanema. Attenzione particolare va fatta se vuoi entrare in acqua. Ipanema infatti ha origine dall’indio e significa “acque pericolose”, proprio perché le sue onde possono essere grandi e ci sono molte correnti e risacche.

Copacabana

La spiaggia famosa in tutto il mondo per la sabbia bianca e i bellissimi paesaggi sull’Oceano. E’ lunga 4 Km ed è totalmente libera. Si trova in uno dei quartieri fulcro del divertimento di Rio de Janeiro: questa zona infatti, ospita numerosi alberghi ed è anche uno dei quartieri con la densità abitativa più alta al mondo.

In tutte e tre le spiagge ti consigliamo di gustarti uno dei tanti spettacoli di samba e capoeira che puoi vedere anche nei quartieri della città. Inoltre in queste spiagge i brasiliani praticano molto sport: lungo la costa vedrai sempre qualcuno, a tutte le ore del giorno fare crossfit, beach volley, corsa, bici…

Cosa fare a Rio de Janeiro

Cristo Redentor

Appena arrivi a Rio, una delle tappe imprescindibili è il famoso Cristo Redentor, il simbolo per eccellenza di Rio. È la terza statua più grande del mondo e raffigura Gesù Cristo che abbraccia simbolicamente l’intera città di Rio de Janeiro in un gesto di redenzione. L’altezza del Cristo Redentore è di 38 metri, più o meno come un grattacielo di oltre 30 piani. E’ una delle nuove sette meraviglie del mondo, ed è stata dichiarata patrimonio dell’umanità insieme al resto del paesaggio carioca. La statua è collocata sulla cima della montagna del Corcovado che si trova a 700 m s.l.m., a picco sulla città e sulla baia di Rio de Janeiro. Il Cristo si raggiunge con un comodo e suggestivo trenino. Ti consigliamo di prendere i biglietti online qui e di raggiungere il capolinea che si trova nella Rua Cosme Velho 513 (nel quartiere Cosme Velho). Il treno turistico a cremagliera attraversa il Parco Nazionale di Tijuca, la foresta urbana più grande al mondo, regalandoti una vista unica sulla città di Rio de Janeiro.

cristo 2

Sulla montagna Corcovado, il Cristo Redentor, una delle nuove sette meraviglie del mondo (foto by Andrea Lorenzi)

Itinerario in bici lungo la costa di Rio de Janeiro

Partendo da Leblon ti consigliamo di fare un itinerario in bici lungo la costa di Rio e visitare le tre spiagge più famose di Rio: Leblon, Ipanema e Copacabana. Per fare questo percorso è molto semplice perché puoi utilizzare il servizio di bike sharing. Basta scaricare l’app e a meno di 10 euro al giorno puoi girare l’intera costa. Il percorso è facile da seguire perché l’intera zona costiera è attraversata da una pista ciclabile molto comoda per gli spostamenti.

Montagna Pan di Zucchero

Se hai deciso di usare le due ruote e fare un po’ di sport, puoi continuare il giro in bici e arrivare in un altro luogo mitico di Rio de Janeiro. Insieme al Cristo Redentor, la montagna Pan di Zucchero è la principale attrazione turistica della città. Prendi la bici e arriva fino alla stazione che si trova nella zona di Urca, nel piazzale antistante la spiaggia di Praia Vermelha, dove parte la funivia per il Pan di Zucchero, Pão de Açúcar in portoghese, che si trova 396 metri s.l.m. Il panorama è mozzafiato e si vede l’intera città.

rio-de-janeiro-piu-libri-meno-armi

Murale a Rio de Janeiro (foto by Andrea Lorenzi)

Tour Santa Teresa/ Archi di Lapa

Un altro percorso che puoi prenotare online, è quello di Santa Teresa e degli Archi di Lapa. Gli Archi di Lapa (Arcos da Lapa), sono una parte dell’antico acquedotto, costruito nel 1750, che è diventato negli anni uno dei simboli della città di Rio de Janeiro. Situati nell’omonimo quartiere, dal 1896, servono come ponte per lo storico tram che collega il centro di Rio a Santa Teresa. Lapa è un quartiere pieno di locali dove divertirsi e passare serate indimenticabili. Con un piccolo tram che passa sopra gli archi si arriva a Santa Teresa, uno dei posti più belli da visitare in tutta Rio (pieno di stradine e negozi tipici) e dove mangiare il migliore Pão de queijo della città. Cos’è il Pão de queijo? Sono dei panini a base di farina di tapioca o manioca con uova, sale, latte e formaggio.

archi rio de janeiro

Sopra questo ponte passa lo storico tram che collega il centro di Rio al quartiere Santa Teresa (foto by Andrea Lorenzi)

murale 1

Murale vicino alla Scalinada Selarón (foto by Andrea Lorenzi)

Scalinada Selarón

La Scalinata Selarón è un altro simbolo di Rio e fa da collegamento tra i quartieri di Lapa e Santa Teresa. E’ una scalinata decorata, un’opera d’arte ceduta alla città di Rio dall’artista cileno Jorge Selaró che l’ha definita “il mio tributo al popolo brasiliano“. La storia di questa scalinata è particolare. L’artista Selarón viveva in una casa accanto alla scalinata. Nel 1990 iniziò a ristrutturare alcuni gradini fatiscenti della scala e in un primo momento i suoi vicini lo prendevano in giro per la scelta dei colori usati, quelli della della bandiera brasiliana. Per lui divenne quasi un’ossessione decorare questo luogo tanto che dovette vendere sempre di più i suoi dipinti per finanziare quel lavoro, lungo e dispendioso. La scalinata è decorata con piastrelle, ceramiche e specchi di recupero oppure dipinti dallo stesso artista.

foto murales 2

Murale nella zona della Scalinata (foto by Andrea Lorenzi)

scala rio 1

La scalinata Selaron (foto by Andrea Lorenzi)

Stadio Maracanà

Lo stadio Maracanà è un’istituzione per i brasiliani ma anche per coloro che non sono appassionati di calcio. E’ diventato luogo di pellegrinaggio calcistico per i turisti che possono usufruire di un interessante tour organizzato fino all’ingresso del prato dove ti puoi sedere sulla panchine che hanno ospitato i migliori giocatori del mondo, con tanto di effetto scenografico di cori artificiali per immergersi in questo tempio del calcio.

Dove alloggiare a Rio de Janeiro

Ti consigliamo di alloggiare lungo la costa. Per esempio puoi dormire a Leblon, il quartiere nella zona sud della città di Rio de Janeiro. Leblon è un quartiere elegante e residenziale delle costa di Rio, a ridosso dal mare, in una posizione ottimale per raggiungere ogni luogo della città e anche molto tranquillo. Infatti è un quartiere per famiglie, ricco di servizi, tra cui molti ristoranti e locali notturni. E’ un luogo che raccogliere anche i migliori locali in stile francese.

Dove e cosa mangiare a Rio de Janeiro

Nel quartiere di Leblon puoi trovare ottimi ristoranti per soddisfare ogni palato: dalla cucina tipica brasiliana, alla cucina flexiteriana, sushi, e molti pub.

Come arrivare a Rio de Janeiro

Dall’Italia fino a Rio esiste un unico volo diretto dall’Italia. Quello dall’aereoporto Fiumicino di Roma. Dalle principali città d’Italia devi invece fare scalo. Il volo Roma Fiumicino nel periodo estivo, costa circa 600 Euro a/r.

Quanto si spende a Rio?

All’incirca 200/250 euro a persona per 3 giorni, incluso: vitto, alloggio, trasferimenti, attrazioni turistiche, tour organizzato. Per dormire si parte da 25 Euro, per persona a notte, in hotel.

Qual è il periodo migliore per visitare Rio?

Esistono 3 climi distinti in Brasile. Volendo suddividere il paese per aree climatiche, possiamo individuarne tre: la zona amazzonica ha un clima equatoriale, il sud del Brasile ha un clima mediterraneo, Il nord e la zona intermedia hanno un clima tropicale. A Rio de Janeiro il periodo migliore per stare al mare e fare il bagno è il nostro inverno, infatti ad agosto le temperature dell’Oceano scendono intorno ai 22 gradi. Agosto però è uno dei periodi migliori per visitare Rio de janeiro per via delle temperature mai troppo alte e delle piogge scarse.

Cover: Istockphoto