Bruges, il romantico museo a cielo aperto del Belgio

Bruges, il romantico museo a cielo aperto del Belgio

Per definire la bellezza di un luogo, magari con poco tempo a disposizione per entrare nei dettagli, si usa (e si abusa  a volte) del termine “Venezia”. Secondo un calcolo del Consorzio Venezia Nuova, le venezie in giro per il mondo sarebbero quasi 100. Dagli Stati Uniti all’India, senza dimenticare il sud America.

Anche in Europa se ne trova qualcuna, come per esempio Bruges, famosa per essere la “Venezia del nord”. Senza scomodare però la straordinaria città veneta, si può mostrare tutta la bellezza della città belga senza facili paragoni.

Tra torri, case in mattoncini, vicoli ovviamente (visto il soprannome) canali, passeggiare a Bruges è in grado di riportare le lancette della Storia indietro di qualche secolo. Quando il sommo poeta Dante Alighieri ne parlava nel ventesimo canto del Purgatorio italianizzandola in Bruggia.

4

A rendere magica l’atmosfera è lo straordinario centro storico, un museo a cielo aperto. Attraverso secoli, infatti, il centro, circondato da poetici canali, ha conservato intatta la sua architettura medievale, essendo stato risparmiato sia da incendi che da guerre.

3

Bruges, durante il Medioevo, è stata un importante crocevia per il commercio di tessuti, diventando una delle città più floride e importanti d’Europa. Il capoluogo delle Fiandre Occidentali è stato proclamato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO nel 2000 e attira ogni anno numerosi turisti.

5

Tantissime sono le attrazioni da non perdere. Partiamo dal monumento che spicca più di tutti, il campanile del XIII secolo che dall’alto dei suoi 83 metri permette una panoramica della città invidiabile. All’interno della Cattedrale di San Salvatore e della Basilica del Sacro Sangue sono conservati, poi, alcuni capolavori del pittore fiammingo Van Dyck. C’è anche un pezzo d’Italia, nella Chiesa della Nostra Signora. Qui si trova la Madonna col Bambino, una scultura in marmo realizzata dal grande Michelangelo.

1

Tanti i musei di Bruges, uno fra tutti da non perdere è il Museo Comunale delle Belle Arti, il Groeningemuseum che ospita Il Trittico del Giudizio di Bruges, realizzato intorno al 1486 da Bosch.

2

D’inverno, oltre che al tramontoBruges è ancora più ricca di fascino. Molti i festival che trovano spazio in questa piccola grande città. Da quello della birra, a febbraio, a quello delle sculture di ghiaccio, nei mesi più freddi, fino a quello del cioccolato, per cui “la Venezia del nord” Bruges è altrettanto famosa nel mondo.

6

Immagine via Flickr e Wikipedia | 1 | 2  | 3 | 4 | 5 | 6 | 7