Chi sono i cacciatori di tornado?

Chi sono i cacciatori di tornado?

Solitamente quando si organizza una vacanza le priorità sono il riposo, il divertimento, e la curiosità di vedere posti sconosciuti e bellissimi, ma nel mondo esistono anche alcune persone che quando organizzano i propri viaggi cercano soltanto una cosa: i tornado.

Gli stormchaser, in italiano “cacciatori di tornado“, sono degli appassionati di fenomeni atmosferici estremi che viaggiano in lungo e in largo nelle zone colpite dalle trombe d’aria e dai tornado per avvicinarsi al fenomeno e riprenderlo o fotografarlo da vicino.

L’attrattiva di questa attività, ovviamente, è innanzitutto l’adrenalina che può dare il trovarsi vicino a qualcosa di così distruttivo e pericoloso, ma allo stesso tempo di incredibilmente bello e affascinante.

La pratica dello stormchasing è nata negli Stati Uniti, dove alcuni appassionati di tornado avevano cominciato a “dare la caccia” a questi fenomeni atmosferici nei grandi spazi che si estendono nella zona centrale e meridionale del paese, che ogni anno viene colpita da tornado. Ma con il tempo si è estesa a molti altri paesi.

La “caccia” si divide in due fasi: fase previsionale e fase di caccia.

La fase previsionale è sicuramente la meno emozionante e la meno conosciuta ai più: nei giorni prima che possano verificarsi temporali si spendono infatti ore per la consultazione dei modelli fisico-matematici tramite i quali è possibile individuare macro aree in cui sussistono parametri favorevoli ai temporali.

La fase di caccia parte nel momento in cui nasce il temporale atteso: ci si muove verso la sua direzione e ci si posiziona per poter osservare al meglio la fenomenologia in atto. A seconda del tipo di situazione e di temporali è necessario mantenere posizioni e distanze differenti sia per questioni fotografiche sia di sicurezza. È quindi fondamentale avere buona conoscenza dei temporali e dei rischi annessi se si vuole svolgere questa attività.

Non ci si improvvisa in alcun modo cacciatori dall’oggi al domani: è necessario avere buone basi di meteo generale ma soprattutto di fenomeni convettivi. Unendo queste conoscenze a una successiva esperienza sarà possibile con gli anni avere buona padronanza delle situazioni e saper riconoscere e distinguere al meglio i fenomeni osservati.

In questo video che ti proponiamo, la fotografa Camille Seaman, durante una conferenza di TED, mostra cosa vuol dire essere un cacciatore di tornado:

Immagini: Copertina