La cascata artificiale più alta del mondo è su un grattacielo cinese

La cascata artificiale più alta del mondo è su un grattacielo cinese

Frank Lloyd Wright progettò la Casa sulla cascata in Pennsylvania, meravigliosamente integrata nell’ambiente naturale circostante. Quasi un secolo dopo, in Cina, a Guiyang, è stata realizzata la “Cascata nel grattacielo”. Non si chiama così, anche se è proprio questo: la cascata artificiale più alta del mondo, in cui l’acqua precipita dalla cima di un grattacielo.

Ricordi le “cascate” dell’artista danese Olafur Eliasson a New York nel 2008, e quelle, ancora più belle, nel parco della reggia di Versailles, del 2016? Erano installazioni molto suggestive in bilico tra arte, scienza e tecnologia. L’esempio è forse servito da stimolo a chi ha realizzato il “grattacielo con cascata” a Guiyang, la capitale della provincia di Guizhou, nella Cina sud-occidentale.

Anche se effettivamente l’esempio, a Guizhou—una provincia in rapida crescita, sede di molti ambiziosi megaprogetti: c’è anche il più grande radiotelescopio della Terra—ce l’hanno “in casa”, ed è autentico. La provincia cinese infatti—ironia della sorte, potremmo dire—vanta il più grande raggruppamento di cascate naturali al mondo. E si trova sempre nel suo territorio la più grande e spettacolare cascata della Repubblica Popolare Cinese (e primo parco nazionale della sua storia), la cascata di Huangguoshu.

L’amministratore della società immobiliare che possiede il Liebian International Plaza—un grattacielo a uso misto nel distretto finanziario di Guiyang, al cui interno si trovano un hotel, un centro commerciale e vari uffici—ha affermato, come riporta un sito cinese ripreso dal Daily Mail, che proprio la popolarità delle cascate naturali del distretto ha portato la proprietà verso un’idea forse bislacca ma che si è dimostrata effettivamente in grado di abbellire l’immagine della città e attrarre sempre più turisti locali.

Il Liebian Building: una cascata alta cento metri lungo la parete di un grattacielo

L’idea è una cascata alta 108 metri che precipita sul lato di un edificio alto 121 metri, creando un arcobaleno continuo di fronte ai pannelli vetrati dell’edificio. Gli abitanti di Guiyang hanno pensato a un’allucinazione, dall’interno del grattacielo hanno pensato invece a un’assurda perdita d’acqua.

China has created the world’s biggest man-made waterfall by electrically pumping water down the side of a skyscraper. The artificial water feature is 350ft high and cascades down into a tank at the bottom of the Liebian Building, a hotel in the the southwestern city of Guiyang. The waterfall is managed by Guizhou Ludiya Property Management Co. and “is designed to be a tourist attraction”, says the Daily Mail. A spokesperson, Mr Cheng, told Chinese news site Kan Kan News that a lot of the water comes from recycled tap water or rain water. “Our building has a four-storey underground water storage and drainage system, from which the water is pumped and recycled,” said Cheng. To run the water, the electricity bill for just one hour is over hundred dollars, he added. “That’s why we don’t switch on the waterfall every day – only for special festivities in the city,” he said. When it does operate, “it is only switched on for 10 to 20 minutes at a time”, says Metro. #manmade #waterfall #liebianbuilding #china

A post shared by Shiezoli (@shiezoli) on

Invece è una cascata vera e propria. Di acqua riciclata e piovana. Proveniente dal grande deposito sotterraneo del palazzo. Una volta precipitata è raccolta in un enorme serbatoio ai piedi dell’edificio, da cui l’acqua viene poi pompata nuovamente verso la cima.

L’effetto è strabiliante, ma è impossibile “scatenare” gratis l’acqua in questo modo. Prevedibilmente, è un meccanismo costoso. Serve molta energia affinché quattro pompe da 185 kilowatt riportino l’acqua in cima al palazzo dal “piano terra”. L’assurda bolletta di un’ora appena di funzionamento della cascata è di 800 yuan: l’equivalente di poco più di 100 euro.

Per questo motivo, finora la cascata è stata “accesa” soltanto in particolari occasioni festive. E molto spesso, è rimasta in attività per non più di 20 minuti. Anche così, per molti resta uno spreco davvero futile di energia e d’acqua. A noi fa un effetto simpatico… come se tutti i tubi dell’acqua siano esplosi nello stesso momento.

In ogni caso, bisogna dire, un palazzo così non s’era mai visto.

Immagine: Copertina