Castelmezzano, l’anfiteatro delle Dolomiti Lucane

Castelmezzano, l’anfiteatro delle Dolomiti Lucane

Nel circuito dei “borghi più belli d’Italia“—l’associazione che si occupa della salvaguardia e del riconoscimento dei migliori borghi del nostro Paese—c’è anche Castelmezzano, un comune italiano di 815 abitanti che fa parte del Parco delle Dolomiti Lucane.

Nonostante le sue piccole dimensioni, questo comune è una meta molto ambita dai turisti che visitano la Basilicata: nel 2007 è stato addirittura inserito nella classifica dei più posti più belli e meno noti al mondo dalla rivista inglese Budget Travel.

Il paese sorge a pochissima distanza dal Parco Naturale di Gallipoli Cognato, a 750 metri sul livello del mare, e fu fondato fra il IV e il V secolo a.c, dopo che i coloni greci avevano espropriato le terre dei pastori che abitavano le valli sottostanti.

Il bellissimo panorama che lo circonda, con boschi e montagne rigogliose, rende questo borgo un punto di riferimento importante per tutti gli amanti della natura che si trovano a viaggiare nel sud Italia. E viene definito “l’anfiteatro delle Dolomiti Lucane“.

Oltre a essere una meta caratteristica dalla bellissima cornice rappresentata dalle Dolomiti Lucane, Castelmezzano è ricca anche di magnifiche chiese storiche da visitare: come quella di Santa Maria dell’Olmo—nota anche come “la chiesa madre”—, la Cappella della Madonna dell’Annunziata e la Cappella di San Marco.

Per gli amanti degli sport estremi c’è Il Volo dell’Angelo: i più coraggiosi vengono fissati a dei cavi d’acciaio sospesi in aria e fatti scivolare giù fino alla cittadina di Pietrapertosa a una velocità di 120 chilometri orari. Un evento che attira moltissimi appassionati di free climbing e sport montani.

Immagini: Copertina