Giro dei Cinque Rifugi: uno dei percorsi di bike più belli d'Italia

Giro dei Cinque Rifugi: uno dei percorsi di bike più belli d'Italia

Qualche tempo fa ti avevamo mostrato i cinque percorsi di bike più duri d’Italia, stavolta invece vogliamo parlarti del Giro dei Cinque Rifugi, in Veneto: quello che da molti esperti viene considerato il più bello in assoluto fra quelli disponibili nel nostro Paese.

[advertise id=”hello-amazon”]

Questo tracciato, infatti, nel 1995 è stato nominato dalla rivista specialistica americana Mountain Bike ActionThe Greatest Trail of The World“. Non si tratta di un percorso particolarmente impegnativo dal punto di vista tecnico e fisico: non è una scarpinata per veri patiti della bike. Ma i paesaggi che attraversa e la godibilità dei sentieri lo rendono unico.

bike-1

Lungo circa 50 chilometri, il giro parte da Cortina d’Ampezzo, e tocca cinque famosi rifugi prima di tornare nuovamente nel paese veneto. Il dislivello medio è di 1720 metri, con una pendenza massima di 2170 metri circa. Per portarlo a termine, se si segue un ritmo non eccessivamente blando, ci vogliono più o meno cinque ore.

Il primo tratto, che porta al rifugio di Malga Ra Stua, è veramente tranquillo e permette di riscaldare bene i muscoli prima di affrontare le parti più impervie del giro. Una volta oltrepassata la prima tappa, ci si ritrova immersi nella bellezza del Parco Naturale di Fanes-Sennes-Braies, con panorama mozzafiato.

bike-2

A questo punto cominciano le prima difficoltà: alcuni segmenti del sentiero che attraversa la Val Salata sono molto ripidi, con un fondo sconnesso, e per i meno preparati sarà necessario percorrerli a piedi.

Arrivati alla fine di questo tratto, però, il percorso torna a essere scorrevole in Pian de Lasta, per poi riprendere rigidità nei tornanti cementati che vanno dal rifugio di Fodara Vedla e Pederü. In questa parte ci sono discese insidiose, che è bene percorrere con molta attenzione.

L’ultima tappa prima dell’arrivo è quella che porta al rifugio di Fanes, con una spettacolare vista sul lago Piciodel. Dopodiché il giro si completa tornando al rifugio di Cortina. Se ci si prende più tempo, e non si affrontano i tratti più duri con estremo agonismo, il giro dei Cinque Rifugi può rappresentare anche un’ottima attività per le famiglie, visto che consente di avere una panoramica completa su una delle zone più belle del nord Italia.

bike-3

Immagini: Copertina | 1 | 2 | 3