Questa città sembra svedese ma in realtà è in Giappone

Questa città sembra svedese ma in realtà è in Giappone

Ci sono zone del mondo, le più lontane da noi, quelle che non abbiamo ancora avuto modo di vedere, che immaginiamo in un certo modo. Ci aspettiamo di trovare un tipo di paesaggio ben definito, un’architettura riconoscibile e coerente, cultura e tradizioni, più o meno, uniformi. Eppure non è sempre così.

Qualche settimana fa abbiamo fatto un tour virtuale a Ifrane la città marocchina che sembra in realtà appartenere più alla Svizzera. Il Marocco che naturalmente associamo a un clima caldo, desertico, nasconde questa particolare eccezione (con tanto di neve).

Oggi vogliamo spostarci ancora più lontano, a circa 10mila chilometri da qui, in Giappone, più precisamente sulle colline di Hokkaido, a Tobetsu. A 30 chilometri da Sapporo c’è infatti un piccolo villaggio, chiamato Sweden Hills, che ha poco o niente a che vedere con il Giappone, ma sembra più una cittadina della Svezia.

La città è nata nel 1984. L’idea di trasformarla in una città svedese è nata dall’ambasciatore del paese quando arrivato a Tobetsu è rimasto colpito dalla somiglianza sia nel paesaggio che nel clima con la sua terra di origine.

Da quel giorno sono state erette case rosse e bianche con tetti spioventi come da tradizione scandinava. Gli abitanti (a oggi se ne contano ufficialmente 556) sono talmente entusiasti di vivere “alla svedese” che hanno imparato la lingua, e praticano addirittura l’artigianato tradizionale della Svezia. Si celebrano anche le feste nazionali. Le somiglianze scandinave hanno permesso a questa città del Giappone di aggiudicarsi il gemellaggio con Leksand una città svedese, nella contea di Dalarna.

Ogni anno, specialmente durante l’estate, un gran numero di turisti svedesi che si trova in Giappone raggiunge questa città per vivere un’esperienza davvero originale e sentirsi a casa a 8mila chilometri di distanza.

Immagine via YouTube