La duna di Pilat, il

La duna di Pilat, il "séparé naturale" tra i boschi francesi e l'oceano Atlantico

Sono tante le bellezze che puoi trovare nel sud della Francia, non soltanto nella parte est della Provenza, (godibile sia a piedi che in bicicletta), ma anche nella zona occidentale per passeggiare su una delle sue più grandi meraviglie naturali: la duna di Pilat.

Si tratta di un gigantesco agglomerato di circa sessanta metri cubi di sabbia, situato nei pressi del bacino di Arcachon, che si estende su una superficie larga cinquecento metri da ovest a est e tre chilometri da nord a sud. Ma non è finita qui.

La duna di Pilat è stata dichiarata Patrimonio nazionale dal 1978 e inserita tra i Grand site national di Francia—ovvero i luoghi di gran fama gestiti per mantenere sempre una tipologia di turismo sostenibile— per due motivi sostanziali.

Innanzitutto perché non si tratta di una duna qualsiasi, bensì della più alta d’Europa: a seconda delle variabili del tempo, infatti, la sua altezza oscilla tra i cento e centoventi metri. Poi, per la sua posizione unica: è il séparé naturale tra l’oceano Atlantico e un’estesa pineta di pini marittimi.

Bisogna precisare, però, che la dune du Pilat si è formata in tempi relativamente recenti—basti pensare che nella seconda metà dell’Ottocento misurava in altezza appena trentacinque metri. Secondo gli esperti, la sua repentina crescita è stata possibile grazie all’erosione di un banco di sabbia, corroborato dal continuo lavorio del vento.

duna pilat

Se dalle foto salire sulla duna potrebbe sembrarti un’impresa quasi impossibile, devi sapere che in realtà bastano pochi minuti e molta volontà. La fatica ne varrà la pena: una volta arrivato in cima ti ritroverai di fronte a una distesa finissima di sabbia e, a seconda di come ti muoverai, potrai osservare panorami dai colori profondamente diversi. Dopo aver scattato qualche bella foto ricordo, poi, se si è stanchi si può anche usufruire di un’agevole scaletta per tornare “a valle”.

Ma come si arriva alla dune du Pilat? Il punto più comodo per raggiungerla è la stazione di Arcachon, da cui parte una navetta che—traffico permettendo—impiega all’incirca una trentina di minuti. Oppure, si può optare per un’alternativa ancor più sostenibile: affittare una bici e testare le innumerevoli piste ciclabili che caratterizzano la zona.

Immagini | Copertina | 1