Le dune colorate del Parco nazionale di Lassen in California

Le dune colorate del Parco nazionale di Lassen in California

Sebbene a scuola ti abbiano insegnato che i giusti colori debbano essere associati a determinati elementi, la natura alle volte può sorprenderti. Più di quanto immagini. Per esempio, sapevi che esistono delle grotte stellate in Nuova Zelanda? Che in Australia potresti sorvolare un lago rosa? O che in certi momenti dell’anno potresti assistere allo spettacolo di una cascata di lava?

[advertise id=”hello-amazon”]

Rimanendo su questo “filone dei colori”, oggi vogliamo portarti nel Parco Nazionale di Lassen, uno dei parchi più noti e suggestivi di tutto lo stato della California. Ubicato a circa quattro ore di macchina da San Francisco, questo luogo attira infatti frotte di turisti nei periodi più caldi.

dune k

Il motivo è tanto semplice quanto incredibile. Semplice perché le dune, createsi grazie a secoli e secoli di stratificazioni di cenere vulcanica, presentano bellissime sfumature che passano dal rosso più acceso all’arancio più tenue. Incredibile perché il colore deriva dal fatto che questo parco è l’unico al mondo a riunire tutti i tipi di cenere vulcanica in natura.

Questa grande ricchezza fa sì che nel terreno—composto in prevalenza di pietra pomice derivante dal magma—possano essere rintracciati anche diversi tipi di metallo, titanio, silice e quarzo. Oggi si può assistere ancora a fenomeni come geyser ed eruzioni vulcaniche ridotte, ma gli spettatori giungono per vedere i contrasti creati dalla storia del paesaggio che in America è conosciuto anche con la dicitura di “valle dalle dune dipinte.”

dune

Alcuni aspetti del Parco nazionale di Lassen, però, rimangono ancora un mistero per gli esperti. Nonostante esistano delle testimonianze certe sul fatto che le dune esistessero già nel XIX secolo e che fossero considerate sacre dai nativi americani, non si è ancora riusciti a risalire alla perfetta datazione della loro formazione.

Immagini via Flickr | Copertina | 1 | 2