Gli alberi più rari e strani del mondo

Gli alberi più rari e strani del mondo

Che la natura sappia sorprenderci è indubbio. Abbiamo già visto quali siano le foreste più belle e rigogliose del mondo, ma quali sono invece gli alberi più strani e rari, che sembrano usciti da un paesaggio extraterrestre? Dalle Hawaii alla California, dalla Cambogia al Bahrain, un viaggio per il mondo alla scoperta dei 5 alberi più strani che sembrano originari di un altro pianeta.
Matusalemme: l’albero più antico

Matusalemme è considerato l’albero più antico del mondo. La sua età è stimata intorno ai 4.848 anni. E’ situato sulle White Mountains, in California, all’interno del Parco Nazionale dell’ Inyo National Forest, ma la sua collocazione esatta è segreta per proteggerlo dall’affluenza dei turisti che potrebbero danneggiarlo. La particolarità estetica più evidente è il tronco: attorcigliato su se stesso, ricrea una forma che ha la sinuosità di una scultura in marmo.

methuselah-tree
Cipresso di Montezuma: l’albero pù grande
Un esemplare di questo albero è situato nelle vicinanze della città di Oaxaca, in Messico. Si tratta del Tule tree, l’albero più grande del mondo. Il suo diametro supera gli 11 metri, un record straordinario in natura. Nel 1994 le sue foglie avevano iniziato ad ingiallirsi e i rami a cadere, ma il cipresso è stato salvato dagli abitanti di Oaxaca. Aveva semplicemente bisogno di una quantità maggiore di acqua e gli abitanti della città si sono prontamente impegnati per dissetare il loro rispettabile cittadino.

arbol-del-tule-3

Eucalipto Arcobaleno: l’albero più colorato
I colori del tronco di questo albero hanno una particolarità: hanno le sfumature dell’arcobaleno . Si tratta di una tipologia di eucalipto dal tronco multicolore e sorge nella foresta pluviale di Maui, nelle Hawaii. Purtroppo il motivo fondamentale per cui l’Eucalipto Arcobaleno viene coltivato è la produzione di legno che viene poi impiegato per la fabbricazione di carta colorata. Un vero e proprio peccato per esemplari del genere, che rappresentano una delle più spettacolari forme d’arte spontanea che la natura è in grado di offrirci.

800px-700_yr_red_river_gum02
Albero della vita: l’albero più solitario
L’albero della vita, anche noto come The Tree of Life, rappresenta uno straordinario esempio di sopravvivenza in condizioni avverse. Esso è situato nel deserto del Bahrain, in una zona completamente priva di vegetazione e corsi d’acqua per molti chilometri. L’albero troneggia imponente da ben 400 anni, ma attorno non ci sono sorgenti idriche da cui le sue radici possano attingere. Rimane il mistero: come fa quest’albero a sopravvivere?

Albero-della-Vita-Bahrein

Gli alberi di Ta Phrom: gli alberi scultura
Gli alberi che crescono nelle vicinanze e all’interno delle rovine di Ta Phrom, un tempio sacro situato in Cambogia, attirano ogni anno centinaia di turisti, affascinati dalla loro maestosità e dalla forma dei loro tronchi e delle loro radici. Questi alberi si inseriscono nell’architettura del tempio, diventando parte integrante della struttura. Il tempio è famoso per essere utilizzato come location cinematografica per la sua spettacolare vegetazione.

Ta_Phrom,_Angkor,_Camboya

Immagini: Wikimedia