H2, la prima bicicletta a idrogeno è pronta

H2, la prima bicicletta a idrogeno è pronta

La bicicletta elettrica, per quanto riguarda il mondo delle due ruote a pedalata assistita, finora è stata il massimo del green, ma adesso grazie all’invenzione della compagnia Linde, siamo pronti a fare un nuovo passo in avanti. Si chiama H2 ed è la prima bicicletta a idrogeno

Il gruppo Linde, da tempo attivo in questo settore, dopo tre mesi di lavoro nei laboratori di Monaco di Baviera, ha dato alla luce il primo prototipo funzionante.

La bicicletta monta una cella a combustibile compatta al centro del telaio. Il metodo di funzionamento è molto semplice. Nella cella situata sul telaio è contenuto l’idrogeno. La produzione di energia elettrica si innesca quando l’idrogeno viene a contatto con l’ossigeno dell’aria esterna. La bicicletta è in grado di percorrere 100 chilometri usando solo 30 grammi di gas.

Ma quali sono i pro di avere una bicicletta a idrogeno rispetto a una elettrica? Rispetto alle biciclette elettriche, la H2 possiede una maggiore autonomia e quando ha bisogno di essere ricaricata necessita soltanto di 6 minuti. Un altro dei fattori positivi della H2 è quello di non aver bisogno di una batteria al litio: il grande problema delle biciclette elettriche. La batteria al litio è obsoleta, inquinante e difficile da smaltire.

“Stiamo promuovendo idee nuove e non convenzionali per contribuire a una vasta commercializzazione dell’idrogeno come tecnologia pulita“, ha detto il CEO di Linde: “Con la H2 abbiamo dimostrato che i benefici della mobilità a idrogeno non sono limitati alle auto. Le biciclette rappresentano un’altra interessante applicazione“.

Immagine tratta da Facebook