Ifrane, la città marocchina che sembra una piccola Svizzera

Ifrane, la città marocchina che sembra una piccola Svizzera

A volte alcuni luoghi del mondo sono veramente in grado di lasciarci senza parole: siamo abituati ad avere un’idea abbastanza precisa di come sia strutturato il mondo, anche se magari basata su immagini mentali costruite pur non avendo mai visitato certi luoghi

Ad esempio ci aspettiamo che il deserto, anche senza averlo mai visto dal vivo, sia quasi totalmente arido e privo di vegetazione: a volte, però, esistono alcune eccezioni in grado di andare totalmente contro le nostre credenze, talvolta a causa di fenomeni naturali inaspettati, talvolta perché la posizione morfologica rende certe zone diverse rispetto al resto del paese a cui appartengono.

È il caso, ad esempio, della città di Ifrane: una piccola cittadina marocchina costruita seguendo uno stile europeo e il cui clima ricorda molto alcune località sciistiche delle Alpi, tanto da essere soprannominata “la piccola Svizzera africana“.

Ifrane si trova in una zona particolare del Marocco, caratterizzata appunto da un clima alpino, e lo stile architettonico con cui è costruita la rende nettamente diversa dalle tipiche città del posto.

La città, infatti, è stata ricostruita dai francesi negli anni Trenta: ed è proprio questa la ragione per la quale Ifrane è così diversa dal resto del paese. Anche se in realtà la sua fondazione risale addirittura al V secolo a.C.

Ifrane era stata pensata dai francesi per essere una perfetta località sciistica per quei connazionali che si trasferivano nell’allora colonia marocchina. Per farli sentire a casa, quindi, il governo francese decise di importare piante e animali nella zona, usufruendo del clima insolito.

Dopo l’indipendenza del Marocco, gli abitanti di Ifrane hanno ampliato la città: integrando anche abitazioni che seguono uno stile marocchino, e rendendo il paese uno dei più caratteristici del mondo: una località sciistica in cui coesistono tradizione europea e africana.

Immagine di Copertina