L'isola di Surtsey: uno dei luoghi più inaccessibili e incontaminati del mondo

L'isola di Surtsey: uno dei luoghi più inaccessibili e incontaminati del mondo

Nel mondo ci sono diversi luoghi in cui la natura domina incontrastata e incontaminata, come i monti Chiricahua in Arizona o i fiordi norvegesi. Ma esiste un’isola europea la cui sicurezza ambientale è così tutelata che pochissime persone sono autorizzate a visitarla: l’isola islandese di Surtsey.

[advertise id=”hello-amazon”]

L’isola di Surtsey ha avuto origine da una spaccatura che si è aperta sul fondale dell’oceano, vicino all’arcipelago Vestmannaeyjar, nel sud dell’Islanda. Le eruzioni di lava, poi, hanno via via creato un edificio vulcanico che ha raggiunto la superficie dell’acqua verso la fine del 1963.

L’ arcipelago di cui fa parte è costituito da 18 isoleHeimaey è quella più grande—13,6 chilometri quadrati—e l’ unica a essere abitata, mentre Surtsey misura soltanto 1,4 chilometri quadrati, e non esiste alcun tipo di insediamento umano.

surtsey-1

Considerato Patrimonio Naturale dall’UNESCO, questo lembo di terra custodisce una flora e una fauna che nel corso degli ultimi 50 anni si sono costituite e moltiplicate seguendo un’escalation sempre più serrata. E l’isola è stata dichiarata riserva naturale già nel 1965. Si è osservato che ogni anno vi prosperano dalle due alle cinque nuove specie.

Una colonia di foche all’inizio degli anni Ottanta individuò nell’isola un’ottima zona in cui riprodursi, mentre un nutrito gruppo di gabbiani è presente dal 1986. Gli uccelli che nidificano sull’isola apportano migliorie al suolo con il loro guano, e aiutano a spargere i semi delle varie piante. Nel 1998, ad esempio, fu trovato il primo salice, mentre oggi sull’isola ci sono oltre 30 specie floreali.

Oltre a essere di straordinario interesse per i biologi, l’isola di Surtsey è molto importante dal punto di vista vulcanico. Il sistema di cui fa parte—appartenente alla EVZ Eastern Volcanic Zone—ha cominciato la sua attività probabilmente 100000 anni fa.

surtsey-2

Negli ultimi 12000 anni l’ attività vulcanica è rimasta di bassa intensità, ma nell’arcipelago di cui l’isola fa parte sono stati individuati 17 vulcani sopra il livello del mare. Probabilmente tutti nati dal mare, allo stesso modo di Surtsey.

L’unicità di questo luogo ha fatto sì che fin da subito diventasse praticamente inaccessibile. Per non alterare il suo ecosistema, l’accesso è consentito solo a pochi studiosi e ricercatori, che devono sottoporsi a stretti controlli e procedure prima di potervi mettere piede.

Immagini: Copertina | 1 | 2