Dal Brasile al Montenegro: i polmoni verdi più importanti del mondo

Dal Brasile al Montenegro: i polmoni verdi più importanti del mondo

Voglia di un’esperienza a stretto contatto con la natura? Hai mai pensato di organizzare un viaggio per scoprire una tra le tante foreste del pianeta? Avrai sentito parlare sicuramente della foresta Amazzonica o della foresta Nera presente nel cuore della Germania. Ma quali sono le foreste più belle del mondo? Ecco una carrellata delle più caratteristiche.

Foresta Nera in Germania

Situata nella parte sud-ovest della Germania, nella regione di Baden-Württemberg, è la riserva naturale più famosa dell’Europa centrale.
Si estende per circa 150 km e comprende due parchi nazionali: quello della Foresta Nera centro-settentrionale e quello della Foresta Nera meridionale.
E’ detta Foresta Nera per via degli abeti che crescono nella zona.
Tra i posti da non perdere il museo degli orologi a Furtwangen, i due laghi Schluchsee e Titisee, e le miniere d’argento.

Foresta Nera Germania

Foresta Amazzonica

E’ una delle foreste più conosciute al mondo. Si estende per circa 7 milioni di km² e comprende il territorio brasiliano per oltre il 67% e  altre nazioni come il Venezuela, la Colombia, il Perù, l’Ecuador, la Bolivia. La foresta pluviale è uno spettacolo da esplorare attraverso la vegetazione – qui è possibile trovare oltre 750 specie di alberi – e la fauna – 400 tipi di insetti, 400 specie di uccelli e centinaia di tipologie di rettili, anfibi e mammiferi.
In quest’area vivono alcune popolazioni a noi sconosciute che purtroppo stanno subendo l’attacco di chi vuole distruggere la foresta. Sono infatti frequenti gli incendi dolosi che portano alla distruzione di un patrimonio naturale così prezioso.

Foresta Amazzonica

Foresta Umbra, Gargano, Puglia

Anche l’Italia presenta un polmone verde da ammirare a circa 830 m di altitudine nel Parco Nazionale del Gargano: la Foresta Umbra.
Alcuni sostengono che il nome derivi dalle popolazioni umbre che vi risiedevano, altri invece riferiscono l’origine del nome all’ambiente ombroso che viene a crearsi grazie alla fitta vegetazione presente.
Tra gli alberi predominano i faggi, le querce, i cerri e nella parte del sottobosco spiccano delle fantastiche orchidee, anemoni, ciclamini e anche funghi, soprattutto i porcini.
In merito alla fauna, la foresta Umbra gode della presenza di numerosi rettili, del capriolo garganico, tassi, faine, istrici ma anche di tanti tipi di volatili come il picchio, il gufo reale, l’allocco.

Foresta Umbra, Gargano

Durmitor National Park, Montenegro

E’ una riserva naturale presente nel massiccio del Durmitor, una catena montuosa del Montenegro, e fa parte del Parco Nazionale del Durmitor.
Nel 1980 la foresta di Crna Poda è entrata a far parte del Patrimonio Unesco dell’Umanità. In tutta Europa, è l’unica foresta rimasta vergine e presenta una vegetazione alquanto singolare come pini neri con tronchi molto alti che superano anche i 50 metri. Se ci spostiamo direttamente sul massiccio montuoso, vedremo una serie di laghi glaciali molto suggestivi.

Durmitor National Park, Montenegro

Foresta Monteverde Cloud

E’ una riserva naturale che si trova in Costa Rica ed è visitata da circa 70mila persone ogni anno.
Ha la caratteristica di essere una foresta nebulosa, da cui prende il nome, per via della coltre di nuvole sempre presente a bassa altezza che sfiora la chioma degli alberi. E’ possibile fare trekking e ammirare la rigogliosa vegetazione, ma anche scovare le bellezze della fauna come le 161 specie di rettili, anfibi e moltissimi uccelli migratori.

Monteverde Cloud Forest Reserve