Le isole Lofoten, dove è possibile sognare ad occhi aperti

Le isole Lofoten, dove è possibile sognare ad occhi aperti

I luoghi in cui è possibile visitare una natura realmente incontaminata sono pochissimi nel mondo, ma fra questi ci sono sicuramente le isole Lofoten. Un luogo dove d’estate il sole non tramonta mai.

Questo gruppo di isole si trova a poche ore d’aereo da Oslo, e si tratta di un arcipelago poco oltre il circolo polare artico. Questa particolare posizione fa sì che la luce cambi di intensità ogni due ore e che si possano vivere climi estremamente variegati all’interno di un’unica giornata.

Oltre a questo, poi, visitandole sembra quasi di entrare all’interno di un’illustrazione: ci sono piccoli villaggi di pescatori con casette dipinte a colori pastello, spiagge di sabbia fine e bianca che sembra zucchero filato e montagne rigogliose—che possono raggiungere anche i 1000 metri—che cingono calette in cui è possibile ammirare un’acqua di un blu smeraldo limpidissimo.

lofoten isole in estate
In certe stagioni il clima, grazie alla corrente del golfo, è piuttosto mite e ci sono giornate in cui non ci si rende conto di trovarsi all’estremità settentrionale dell’Europa.

Una delle attrazioni naturali più famose a cui è possibile assistere nelle isole Lofoten è il “sole di mezzanotte“, un fenomeno astronomico che si verifica nelle regioni polari. In determinati periodi dell’anno il sole non tramonta mai all’orizzonte e questo arco di tempo può variare da un periodo di 24 ore (presso latitudini vicine a quelle dei circoli polari) fino a sei mesi (presso i poli geografici).

lofoten pecore

Oltre al “sole di mezzanotte”, poi, in questo arcipelago è possibile praticare il whale watching—osservando grandi banchi di balene che nuotano a ridosso dei fiordi—e ammirare lo spettacolo dell’aurora boreale, soprattutto in inverno quando il fenomeno è visibile a queste latitudini.

I villaggi dei pescatori rendono questo arcipelago un luogo adatto a chi ama la vita semplice, scandita dalla pesca al merluzzo e dai tempi dilatati. Un luogo magico per fare un’esperienza coinvolgente ma anche estrema.

I primi esploratori arrivarono dall’Europa nel 1432. Il veneziano Pietro Querini naufragò qui con 16 marinai superstiti che furono salvati dai pescatori della vicina isola di Røst. I circa 120 abitanti dell’isola erano in buona parte dediti alla pesca del merluzzo e alla sua essiccazione. I naufraghi rimasero circa quattro mesi nell’isola, conoscendo le tradizioni locali e facendole scoprire al resto del mondo una volta ripartiti.

lofoten in inverno

Immagini: Copertina | 1 | 2 | 3 | 4 | 5